Salta al contenuto

Fermiamo la violenza contro le donne: via alla campagna di sensibilizzazione delle aziende sanitarie ferraresi per promuovere il numero di 'primo aiuto' 1522

Data:

24-11-2022

Adesivi multilingua "Fermiamo la violenza contro le donne" con il numero 1522 tappezzeranno le pareti dei bagni femminili delle strutture sanitarie dell'Azienda USL e dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara.

È la campagna di sensibilizzazione che quest'anno si mette in campo anche per il territorio ferrarese, dopo l'esperienza di Bologna, come impegno concreto nel contrasto alla violenza sulle donne.

Violenze sessuali, domestiche, economiche, fino ad arrivare ai femminicidi: tante e plurime sono le forme di violenza che una donna può subire. In molti casi si tratta di un fenomeno sommerso, e di conseguenza sottostimato, poiché le vittime troppo spesso si trovano di fronte a diversi ostacoli che rendono il percorso di fuoriuscita dalla violenza complesso.

Ogni azienda sanitaria, riveste un ruolo privilegiato nel supportare questo percorso: promuovendo la rete tra Pronto soccorso ginecologici, servizi sanitari dedicati alle donne, centri violenza territoriali, Associazioni, Forze dell’Ordine, ma soprattutto favorendo che emerga la richiesta di aiuto della vittima.

Ci sono pochi posti sicuri in cui le donne vittime di violenza possono sentirsi veramente protette, libere per qualche minuto dai propri carnefici. Tra questi i bagni pubblici.

Da qui prende le mosse l’idea delle Aziende Sanitarie di attaccare un adesivo multilingua in tutti i bagni femminili (ad esclusione delle degenze) delle strutture delle due Aziende per sensibilizzare le donne su come poter chiedere aiuto.

L’adesivo multilingua (in italiano, francese, inglese e arabo) verrà affisso a partire dal 24 novembre in tutti i bagni pubblici femminili presenti negli ospedali, Case della Salute/Comunità e in tutte le strutture aziendali sul territorio con la collaborazione della Società Cooperativa COPMA, fornitrice in appalto del servizio di pulizia e igiene ambientale per l’ Azienda Sanitaria Locale e per l’Azienda Ospedaliero - Universitaria, che si è resa disponibile per sensibilità alla tematica e per la netta prevalenza di operatrici di sesso femminile alle loro dipendenze.

L’adesivo multilingua vuole parlare a tutte le donne, a prescindere dall’età, dalla lingua, dalla cultura. Fare informazione, sensibilizzare e riuscire a far emergere la richiesta d’aiuto della vittima è, oggi più che mai, l’impegno prioritario per la rete dei servizi aziendali.

I locali sanitari sono infatti un punto di grande affluenza e di frequente accesso per le donne di tutte le età presenti sul territorio, pertanto possono svolgere un importante ruolo informativo. In particolare, i bagni dei locali sanitari sono un luogo protetto, spesso riservato al sesso femminile, in cui la donna si trova da sola.

Sempre allo scopo di promuoverne conoscenza e diffusione, il Centro Screening Oncologici AUSL ha inserito questo numero di pubblica utilità nelle oltre 100mila lettere che ogni anno vengono inviate alle donne invitate a fare lo screening della cervice uterina e mammografico, ovvero tutte le donne tra i 25 e 74 anni d’età residenti a Ferrara.

Mettere in rete due servizi istituzionali a sostegno delle donne è importante per fare prevenzione che è mission degli screening oncologici e del 1522, ovvero salvare la vita delle donne.

Il numero di pubblica utilità 1522 è attivo 24 ore su 24, tutti i giorni dell’anno ed è accessibile dall’intero territorio nazionale gratuitamente, sia da rete fissa che mobile.

Si tratta del numero nazionale antiviolenza e stalking attivato nel 2006 dal Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri. L’accoglienza è disponibile in italiano, inglese, francese, spagnolo, arabo, farsi, albanese, russo ucraino, portoghese, polacco. Le operatrici telefoniche dedicate al servizio forniscono una prima risposta ai bisogni delle vittime di violenza di genere e stalking, offrendo informazioni utili ed un orientamento verso i servizi socio-sanitari presenti sul territorio nazionale ed inseriti nella mappatura ufficiale della Presidenza del Consiglio – Dipartimento Pari Opportunità. Il 1522, attraverso il supporto alle vittime, sostiene l’emergere della domanda di aiuto, con assoluta garanzia di anonimato. I casi di violenza che rivestono carattere di emergenza vengono accolti con una specifica procedura tecnico-operativa condivisa con le Forze dell’Ordine.

A cura di

Questa pagina è gestita da

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

24-11-2022 15:11

Questa pagina ti è stata utile?