Tu sei qui: Home / Home Page / News / Vaccini e scuola

Vaccini e scuola

archiviato sotto:
pubblicato il 30/08/2019 15:09, ultima modifica 30/08/2019 15:22
Le precisazioni dell'Azienda USL di Ferrara a seguito degli articoli pubblicati lo scorso 29 agosto

Preme prima di tutto evidenziare che Comune e Azienda USL hanno diverse competenze e responsabilità e che pertanto non si tratta di sconfessare le affermazioni o i compiti dell’uno o dell’altro Ente, ma di collaborare nella applicazione delle norme di legge in materia di sanità pubblica e istruzione.

Infatti, il Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda USL di Ferrara, finalizzati all’applicazione del D.L. 7 giugno 2017 n. 73 convertito nella Legge 31 luglio 2017 n. 119  per il recupero delle posizioni dei minori non in regola con le vaccinazioni previste per età,  ha svolto i seguenti compiti di sua responsabilità.

Sono stati individuati i minori inadempienti appartenenti alle coorti di nascita 2001 – 2016, tenuto conto che, al momento dell’entrata in vigore della Legge 119/2017, era in corso la chiamata attiva e valutazione dello stato vaccinale degli appartenenti alla coorte del 2017. Sono stati computati all’epoca circa 3.500 inadempienti su tutto il territorio provinciale.

Conseguentemente sono state organizzate sedute ambulatoriali dedicate in tutti i Distretti aziendali e inviate lettere di invito mediante raccomandata A/R, dando precedenza alle famiglie dei minori afferenti alla fascia di età 0-6 anni che frequentavano o avrebbero potuto accedere ai servizi educativi per l’infanzia e per le Scuole dell’infanzia.

Tutte le vaccinazioni proposte sono state offerte gratuitamente.

Gli ambulatori dedicati sono iniziati il 6 settembre 2017. Per favorire gli accessi ambulatoriali, sono stati organizzate sedute in orari allargati, fino a tardo pomeriggio, e aggiungendo sedi supplementari (apertura ambulatorio anche presso Cittadella della Salute S. Rocco)

Sono stati inviati sia la Legge 119 che i documenti regionali ai MMG e Pediatri di Libera scelta per la promozione delle vaccinazioni e per fornire corrette informazioni ai genitori, così come ai  Sindaci e ai quotidiani locali.

Per agevolare le famiglie, nelle lettere di invito abbiamo riportato numeri telefonici dedicati oltre che indirizzo mail per facilitare le richieste di informazioni o cambi di appuntamento. I genitori/tutori/affidatari del minore potevano richiedere anche un secondo spostamento dell'appuntamento ma, qualora la causa fosse una malattia del bambino, dovevano  presentare certificazione medica mentre, a fronte di impossibilità per motivi di lavoro, dovevano presentare una giustificazione del datore di lavoro.

Per gli iscritti ai Servizi educativi per l’infanzia e Scuole dell’infanzia, la Pediatria di Comunità, in possesso degli elenchi dei minori iscritti ai sensi della Legge regionale n. 19/2016, ha provveduto ad incrociare i dati in base ai nuovi criteri previsti dalla Legge 119/2017, comunicando successivamente la situazione vaccinale direttamente ai Comuni e/o gestori dei servizi stessi, pertanto i genitori non dovevano presentare alcuna documentazione.

Per i nuovi iscritti dell’Anno scolastico 2017/2018, sono stati inviati a tutte le famiglie dei minori delle coorti di nascita 2012/2013/2014 i certificati vaccinali completi di valutazione scritta.

Per ottemperare a tutte le crescenti richieste di certificati da parte dei genitori dei minori appartenenti a qualunque coorte di nascita dal 2001 al 2017, oltre alle richieste che venivano soddisfatte dalle Pediatrie di Comunità di riferimento e Igiene Pubblica, si sono organizzate:

  • mail dedicate
  • collegamento dell’anagrafe vaccinale informatizzata aziendale a Fascicolo Sanitario Elettronico
  • possibilità di richiedere direttamente il certificato presso CUP aziendali.

Ai genitori dei minori che non si sono presentati agli appuntamenti fissati, sono stati nuovamente convocati mediante ulteriore raccomandata A/R e molti sono anche stati contattati telefonicamente.

Molti invitati non si sono comunque presentati ai colloqui e una parte di coloro che hanno presenziato al colloquio, hanno scelto di non somministrare i vaccini.

Il Dipartimento mantiene i rapporti con le scuole di ogni ordine e grado che inviano gli elenchi dei propri iscritti nonché i nominativi dei richiedenti l’iscrizione per il successivo anno scolastico. Vengono inviati elenchi protetti da password che riportano le seguenti definizioni, come riportato nella Circolare Regionale Prot. Generale 391122 del 29/05/2018 “Ulteriori indicazioni per l’applicazione della legge 119”:

  • “non in regola con gli obblighi vaccinali con vaccinazioni in corso”, nel quale rientrano le situazioni di minori che hanno iniziato il percorso vaccinale previsto per la loro età, anche solo con la somministrazione di una dose di vaccino, ma che, per la tempistica del calendario vaccinale, non hanno completato il ciclo vaccinale;
  • “non in regola con gli obblighi vaccinali” che comprende minori che non hanno iniziato la somministrazione di dosi vaccinali. Rientrano in questa categoria anche i bambini per i quali i genitori hanno presentato “formale richiesta di vaccinazione”.
  • “non presenti in anagrafe vaccinale” per varie ragioni (non residenti o di recente immigrazione)

Nel corso dell’analisi delle posizioni vaccinali degli iscritti, qualora vengano rilevati posizioni non regolari, vengono inviati gli inviti per gli ambulatori a libero accesso.

Dall’autunno del 2018 la “formale richiesta di vaccinazione” non è più strumento necessario a Ferrara e provincia per ottenere la vaccinazione dei bambini, infatti il Dipartimento di Sanità Pubblica ha accolto le indicazioni regionali, volte a semplificare e agevolare le richieste dei genitori/tutori/affidatari dei minori 0-16 anni, pertanto alle famiglie viene inviata una lettera riportante le indicazioni utili per accedere SENZA PRENOTAZIONE e SENZA APPUNTAMENTO ad un ambulatorio vaccinale dedicato, senza l’invio di formale richiesta.

DATI COPERTURA AZIENDALI

La copertura vaccinale aziendale è aumentata nel corso degli anni, in particolare per la vaccinazione anti morbillo-parotite-rosolia passata dalla percentuale del 88,8 nel 2016 al 92,1 nel 2017 e al 93,5 nel 2018.
Per quanto riguarda le notizie in merito alle coperture vaccinali dei minori di fascia d’età 0-6 anni, riferite negli articoli, si comunica che la percentuale del 95% NON è stata raggiunta in tutti i Comuni della provincia.

Comune di Ferrara: gli inadempienti totali appartenenti alle coorti di nascita 2014 - 2017  sono 75, dei quali 7 iscritti al nido e 16 alla scuola dell’infanzia.

 

 

Azioni sul documento
archiviato sotto:
Strumenti personali