Tu sei qui: Home / Home Page / News / Nuovi codici colore al Pronto Soccorso degli ospedali di Argenta, Cento e Delta

Nuovi codici colore al Pronto Soccorso degli ospedali di Argenta, Cento e Delta

archiviato sotto: ,
pubblicato il 29/09/2021 17:40, ultima modifica 29/09/2021 17:46
Dal 1° ottobre 2021 i codici colore di priorità nei Pronto Soccorso degli ospedali della Regione Emilia-Romagna – e dunque anche in quelli della provincia di Ferrara, ad Argenta, Cento e Delta – diventeranno 5 al posto degli attuali 4.

È questa la principale novità introdotta dalle Linee di indirizzo per il triage nei Pronto soccorso dell’Emilia-Romagna, approvate dalla giunta regionale. Scompare il codice giallo, che viene sostituito da 2 nuovi codici, Arancione e Azzurro: l'Arancio (urgenza indifferibile, 15 minuti come tempo di attesa massimo per la presa in carico) e il codice Azzurro (urgenza differibile, 60 minuti tempo d’attesa massimo).

Le nuove Linee di indirizzo prevedono dunque cinque codici colorerosso (per l’emergenza, richiede una valutazione immediata da parte dei sanitari); arancione (urgenza indifferibile, 15 minuti come tempo di attesa massimo per la presa in carico); azzurro (urgenza differibile, 60 minuti tempo d’attesa massimo); verde (urgenza minore, 120 minuti); bianco (non urgenza, 240 minuti).

Questi 2 nuovi codici - come sottolineano il direttore del P.S. Daniele Cariani e il direttore della Direzione Medica Roberto Bentivegna - "consentono una miglior stratificazione del rischio del paziente e del suo livello di criticità e forniscono indicazioni ancora più precise sul tempo massimo di attesa per la presa in carico del paziente da parte del medico".

L'obiettivo è quello di differenziare ulteriormente l’accesso degli utenti alle aree di diagnosi e trattamento e di predisporre percorsi e flussi di prestazioni differenziati in base alla complessità clinico-organizzativa e dell’impegno assistenziale necessario.

"L’infermiere di Triage - proseguono Cariani e Bentivegna - con questo nuovo modello di codifica, deve tenere in considerazione tutti questi aspetti per garantire il percorso più idoneo per il paziente, la gestione più efficace delle risorse, il migliore flusso interno e la migliore soddisfazione da parte dell'utente".

Aggiunge infine il dott. Cariani: “Nei Pronto Soccorso provinciali, per la formazione degli operatori, le coordinatrici dei tre presidi (dott.sse Daniela Zanellati, Sabrina Frignani, Miriam Gallerani) con i loro collaboratori referenti per il gruppo Triage, che ringrazio, hanno svolto un gran lavoro per riuscire ad essere operativi dal 1° ottobre".

Azioni sul documento
archiviato sotto: ,

Seguici sui social

direttori

 
Strumenti personali