Tu sei qui: Home / Home Page / News / Nuove nomine strategiche per l'AUSL

Nuove nomine strategiche per l'AUSL

archiviato sotto: ,
pubblicato il 16/07/2021 12:44, ultima modifica 16/07/2021 12:44
Continuano le politiche del personale finalizzate a dare guida stabile ai servizi dell’Azienda USL di Ferrara. I nuovi incarichi sono stati conferiti a Roberto Bentivegna, direttore della Direzione Medica di Presidio; Clelia De Sisti, direttrice della S.C. Igiene Pubblica; Mirco Santini, dirigente medico project management per funzioni di controllo liste di attesa; e Mario Braga, dirigente medico specialista in Statistica Medica

Continuano le politiche del personale finalizzate a dare guida stabile ai servizi dell’Azienda USL di Ferrara, nonché a sostenere, con nuove risorse umane in tutti i profili professionali, lo sforzo che gli operatori stanno mettendo in campo, ormai da un anno e mezzo, per contrastare la pandemia di Covid in corso, oltre che per rispondere al meglio possibile anche agli altri bisogni di salute della cittadinanza ferrarese e non solo.

Nelle ultime settimane sono state espletate procedure selettive che hanno portato alla individuazione di nuove figure strategiche per l’azienda sanitaria. I nuovi incarichi sono stati conferiti a Roberto Bentivegna, direttore della Direzione Medica di Presidio; Clelia De Sisti, direttrice della S.C. Igiene Pubblica; Mirco Santini, dirigente medico project management per funzioni di controllo liste di attesa; e Mario Braga, dirigente medico specialista in Statistica Medica.

Con queste nuove nomine, stiamo dando corso a politiche del personale molto importanti per garantire una guida stabile ad articolazioni aziendali di particolare rilevanza e per dar vita a nuovi servizi – annuncia la direttrice generale AUSL Monica Calamai ­–. Un aspetto che, a fianco degli investimenti strutturali e della digitalizzazione dell'azienda, è mirato ad una presa in carico sempre più puntuale e a tutto tondo dei cittadini, vicini all’ottica della sanità di prossimità”.

Andiamo intanto a conoscere meglio questi professionisti capaci.

Roberto Bentivegna.jpegDottor Roberto Bentivegna, direttore Direzione Medica di Presidio

Figura strategica all’interno dell’azienda sanitaria, il direttore del Distretto Sud Est AUSLFE dottor Bentivegna ha guidato negli ultimi mesi la UOC “Direzione Medica di Presidio”, passando ora dal facente funzioni all’incarico ufficiale, per cui possiede tutti i requisiti oggettivi e soggettivi.

A capo della direzione del sistema ospedaliero AUSL - dotato di 474 posti letto articolati negli ospedali distrettuali di Argenta, Cento e Lagosanto – gli sono affidati le funzioni di coordinamento delle due articolazioni portanti dell’impianto complessivo del Presidio Ospedaliero (Dipartimenti e Stabilimenti Ospedalieri), collegate in rete garantendo integrazione funzionale, efficienza gestionale, competenza tecnica ed efficacia delle prestazioni.

Possiede tutte le competenze professionali e manageriali richieste: sviluppo delle attività, conduzione di gruppi di lavoro interdisciplinari, responsabilità organizzativa, analisi dell'utilizzo efficiente ed efficace delle risorse disponibili, sistemi di valutazione e monitoraggio, igiene ospedaliera, facilitazione nell’accesso alle cure e mappatura dei rischi, collaborazione con lo staff aziendale nel perseguimento degli obiettivi di miglioramento della sicurezza dei processi, nei programmi di accreditamento delle strutture ospedaliere, nell’attuazione di progetti di governo clinico, nella verifica sulla corretta applicazione dei Percorsi Diagnostico Terapeutici Assistenziali.

Titolato esperto di gestione del rischio (come collaboratore della Regione, docente a Unife, risk manager e responsabile U.O.S. all’Azienda Ospedaliera), ha curato la Direzione Medica di Presidio anche all’ospedale di Cona. Laureato in Medicina con specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva all’Università di Ferrara e master in Politiche Sanitarie all’Università di Bologna, oltre al certificato di formazione manageriale per direttore responsabile di struttura complessa, ha all’attivo varie pubblicazioni.

Clelia De Sisti.jpgDottoressa Clelia De Sisti, direttrice della Struttura Complessa Igiene Pubblica

Nuova guida al femminile per la Struttura Complessa Igiene Pubblica, che si occupa di profilassi delle malattie infettive, tutela ambiente e igiene edilizia e urbanistica. Temi a cui la neo direttrice Clelia De Sisti ha dedicato la sua vita professionale, maturando una consolidata e specifica esperienza nella gestione organizzativa di tutte le attività e problematiche di igiene pubblica.

Si tratta di un ritorno a casa: dopo la laurea in Medicina e la specializzazione in Igiene Epidemiologia e Sanità pubblica all’Università di Ferrara, la dott.ssa ha svolto diversi ruoli dirigenziali al Servizio Igiene e Sanità Pubblica della AULSS-14 di Chioggia e poi alla AULSS-3 Serenissima di Venezia Mestre, dove lascia un incarico di altissima specializzazione “Integrazione delle Attività territoriali del Servizio Igiene e Sanità Pubblica”.

Conferito l’incarico a titolo di supplenza di dirigente medico di Struttura Complessa di Igiene, Epidemiologia e Sanità Pubblica di AUSL FE, si occuperà di prevenzione e controllo delle malattie infettive, controllo della salubrità degli ambienti di vita, tutela della salute da rischi ambientali, espressione dei pareri sanitari in materia edilizia e urbanistica, garantendo interazione con altri soggetti istituzionali coinvolti nella rete regionale di prevenzione.

Mirco Santini.jpegDottor Mirco Santini, dirigente medico project management per controllo liste di attesa

Santini, già responsabile dell’Attività Specialistica Ambulatoriale AUSLFE ed esperto di Project Management, diventa il punto di riferimento per tutte le funzioni di controllo delle liste di attesa.

Rientrano in questo quadro il coordinamento di tutte le attività legate ai processi ospedalieri per la gestione delle liste di attesa di specialistica e chirurgiche e dei processi in emergenza; il governo della gestione delle piattaforme produttive (sedute operatorie, distribuzione dei posti letto, aree ambulatoriali, diagnostica strumentale, tecnologie complesse, etc); l’analisi, il monitoraggio e la valutazione degli indicatori di produttività, efficienza e qualità della piattaforma di produzione presenti.

Grazie alla sua tangibile esperienza sul campo, si intende garantire il mantenimento dei tempi di attesa entro gli standard, oltre a garantite uniformità, trasparenza ed equità nel percorso di accesso per i ricoveri programmati, miglioramento dell'accesso in emergenza ed implementazione dei piani di iperafflusso.

Per concretizzarlo, il dottor Santini si occupa del coordinamento del team operativo sulle liste di attesa; gestione dei percorsi per la definizione e modifica delle agende di specialistica ambulatoriale; coordinamento nella stesura del Programma Attuativo Aziendale per il governo delle liste di attesa; verifica dell’appropriatezza prescrittiva ed organizzativa; proposte alla Direzione Generale per la sospensione dell’attività libero professionale intramuraria (ALPI) nel caso in cui non vengano rispettate le condizioni di equilibrio tra l’ALPI e l’SSN e non vengano garantiti i tempi di attesa standard regionali.

Mario Braga.jpegDottor Mario Braga, dirigente medico specialista in Statistica Medica

Si tratta di una figura professionale con comprovata esperienza, laureato in Medicina con specializzazione in Statistica Medica, pronto a garantire funzioni di particolare rilevanza e interesse strategico per la Direzione Generale dell'Azienda.

Una delle sue mission è contribuire alla realizzazione di un Knowledge Center Aziendale a supporto della Direzione strategica e del mondo professionale, in integrazione con l’Università, con l’obiettivo di affinare e sviluppare le conoscenze attraverso il miglioramento della qualità e il loro concreto utilizzo al fine di perseguire attivamente l’eccellenza operativa, organizzativa e gestionale insieme a quella clinica e assistenziale.

Per questo, tra i suoi compiti, ci sarà quello di diffondere le conoscenze innovative e di impatto, implementando un sistema strutturato e continuo di valutazione delle reti cliniche e di ricerca. Grazie alla sua esperienza, sarà possibile integrare gli orientamenti prevalenti in letteratura nella valutazione delle performance con le tecniche di valutazione dei servizi che utilizzano la percezione dei pazienti come orientamento imprescindibile dei servizi sanitari.

Azioni sul documento
archiviato sotto: ,

Seguici sui social

direttori

 
Strumenti personali