Tu sei qui: Home / Home Page / News / La direttrice Generale dell’Azienda USL di Ferrara alla Casa della Salute “Terre e Fiumi”di Copparo incontra i professionisti

La direttrice Generale dell’Azienda USL di Ferrara alla Casa della Salute “Terre e Fiumi”di Copparo incontra i professionisti

pubblicato il 07/07/2020 16:54, ultima modifica 07/07/2020 16:54
Proseguono gli incontri della direzione generale alle sedi e strutture sanitarie del distretto Centro Nord. Il primo appuntamento della mattina di oggi è stato infatti la visita alla Casa della Salute di Copparo “Terre e Fiumi”.

All’incontro con la Direttrice generale Monica Calamai, insieme ai  responsabili e i referenti delle attività sanitarie e infermieristiche della Casa della Salute, anche i Sindaci dei Comuni di Copparo e Riva del Po, Fabrizio Pagnoni e Andrea Zamboni e l’Assessore del Comune di Tresignana, Raffaele Cartocci.

Per la parte medica e infermieristica, presenti all’incontro, Renato Cardelli, direttore del distretto Centro Nord, Nicoletta Natalini, direzione sanitaria, Patrizia Conforti, dirigente medico responsabile della Casa della Salute, Marika Colombi, dirigente direzione infermieristica e tecnica distretto Centro Nord e Marcella Peverati, responsabile organizzativa della Casa della Salute Terre e Fiumi.

Un incontro per presentare i servizi e le attività della Casa della Salute, così come l’assetto organizzativo, con le sue aree integrate di intervento organizzate sulla base dei bisogni di salute della popolazione. Proprio le specificità dei  “bisogni di salute” della popolazione del territorio locale  hanno definito le diverse tipologie di servizi che man mano sono stati attivati al suo interno.

Elementi caratterizzanti della Casa della Salute di Copparo sono la presenza di 1 Nucleo di Cure primarie, di  2 medicine di gruppo e di 1 pediatria di  gruppo, che vedono  coinvolti 24 medici di medicina generale e 3 pediatri.

“La specificità che caratterizza ciascuna Casa della Salute di questa provincia è un valore aggiunto per il territorio - come ricorda la Direttrice generale Calamai - Proprio capendo le diverse caratteristiche della popolazione,  ogni Casa della Salute sarà in grado di rispondere  al meglio ai bisogni di salute dei cittadini organizzando servizi e percorsi di cura mirati”.  

“Come amministratori del territorio abbiamo tenuto, non solo a dare il benvenuto alla neo direttrice generale, ma anche a condividere l’importanza della Casa della Salute e la presenza di un servizio sanitario territoriale - I Sindaci e l’Assessore riferiscono all’unisono - Proprio la rilevanza di tale presidio è emersa, evidente, durante l’emergenza sanitaria, quando, in sinergia con gli enti locali, è stato possibile in brevissimo tempo organizzare la struttura sulle esigenze dettate dal coronavirus e, allo stesso modo, tornare ai servizi precedenti con l’esaurirsi dei ricoveri. Siamo pertanto concordi nel proseguire nelle progettualità già previste, finalizzate al mantenimento e alla crescita dell’offerta sanitaria”.

La Casa della salute Terre e Fiumi  risponde ad una popolazione di circa  33952 abitanti (dato al 2019)  che afferisce ai Comuni di  Comuni di Copparo, Riva del Po, Tresignana e Jolanda di Savoia, ma nel corso di questi anni è diventata sempre più riferimento anche per i cittadini degli altri comuni della provincia. Nel corso di  questi anni l’azienda USL ha lavorato per trasformare il precedente Ospedale in un’altra struttura e, il passaggio avvenuto, è stato un risultato condiviso con la stessa cittadinanza.

Ad oggi, l’offerta di servizi si è arricchita e oltre alle diverse branche specialistiche presenti,  dispone anche di un Ospedale di Comunità. Un reparto di degenza territoriale che prevede la presenza di infermieri e operatori sociosanitari 24 ore su 24, con assistenza medica garantita dai Medici di Medicina Generale  e dai Medici di Continuità Assistenziale, con il supporto degli specialisti della Casa della Salute. Destinato  a  ricovero programmato, su richiesta del medico di medicina generale, dal domicilio, o di un reparto ospedaliero in dimissione.

Numerosi, infine,  i progetti in corso in collaborazione con il Sociale e il volontariato locale. Tra gli ultimi avviati il progetto  “Non ti scordar di me” contro la violenza delle donne, e “ SOS dislessia”.

Nell’anno 2019 i cittadini che giornalmente  sono transitati nella casa della salute per ricevere prestazioni e informazioni sono stati 1340 di cui 800 fruitori diretti di servizi. Anche il n. degli operatori  è aumentato nel corso di questi ultimi anni. All’interno della Casa della salute operano 85 dirigenti (tra medici specialisti ambulatoriali, MMG, PLS) 1 farmacista e 4 psicologi.

Azioni sul documento
Strumenti personali