Tu sei qui: Home / Home Page / News / Il Rotary Club di Cento dona all’Ospedale SS. Annunziata un ventilatore pressometrico

Il Rotary Club di Cento dona all’Ospedale SS. Annunziata un ventilatore pressometrico

pubblicato il 07/08/2020 09:20, ultima modifica 12/08/2020 10:37
Verrà utilizzato per la ventilazione non invasiva e invasiva per pazienti adulti e pediatrici

Le motivazioni che hanno spinto il Rotary Club di Cento ad effettuare questa donazione sono molteplici. Il primo - di fondo - fa riferimento alla stessa ragione d’essere del Movimento: attivo nella e per la sua comunità di riferimento”.

È il primo pensiero dei referenti del Rotary Club di Cento che questa mattina alla presenza del direttore generale Monica Calamai, in diretta streaming da Ferrara, alla dirigente di direzione medica, Katia Montanari, e al direttore dell’Unità Operativa di medicina, prof. Giorgio Zoli, hanno consegnato all’Ospedale di Cento un ventilatore pressometrico.

Il ventilatore pressometrico, Philips V60 plus, realizzato con tecnologia avanzata per la ventilazione non invasiva e invasiva per pazienti adulti e pediatrici con peso superiore ai 20 kg, può essere utilizzato in qualsiasi servizio all’interno dell’Ospedale. Funzionalità, efficacia e facilità di impiego sono le sue caratteristiche principali.

Tale dispositivo potrà implementare le dotazioni già in uso presso i reparti di degenza medica a supporto dei pazienti con funzione respiratoria molto compromessa, per i quali trova indicazione la NIV (ventilazione non invasiva), con modalità BiPAP o CPAP. Trattasi di modalità incruenta (non invasiva) di assistenza alla ventilazione polmonare del paziente che si presenta insufficiente per questa funzione, senza ricorrere alla tracheostomia o all’intubazione oro-tracheale.

Di valore pertanto sia nella risposta all’emergenza COVID ma anche in prospettiva, a supporto del trattamento di casi clinici caratterizzati da grave insufficienza respiratoria, non solo secondaria a quadri di polmonite severa (come quella COVID correlata) ma anche a condizioni di riacutizzazione e scompenso in pazienti, ad esempio, affetti da BPCO (broncopenumopatia cronica ostruttiva), malattie neuromuscolari o insufficienza cardiaca.

La pandemia non ha fatto altro che mettere in luce quello che c’è sempre stato: la grande dedizione dei nostri professionisti. Non sono eroi solo ora, ma sono eroi da sempre e questo prevale su ogni cosa. E’ Monica Calamai, direttrice generale dell’Azienda USL di Ferrara, che ha partecipato in diretta streaming all’incontro di consegna del Ventilatore. Averci creduto e crederci in questa nostra “popolazione sanitaria”, permette al nostro sistema sanitario di reggere, come ci è stato possibile con questa emergenza, di grande portata e mai affrontata in precedenza. Inoltre, la coralità della popolazione civile, come sta facendo in questo caso il Rotary Club di Cento, che si è mosso con spirito di servizio per la sanità e la popolazione locale, diventa un ulteriore rinforzo per la nostra comunità e, grazie all’attenzione dei professionisti, nell’indirizzare quanti vogliono contribuire per le tecnologie utili, come fatto dal Prof. Giorgio Zoli, diventa un grande valore aggiunto per l’Ospedale di Cento. Il SS. Annunziata è determinante nella rete degli ospedali della nostra provincia e tra gli obiettivi di questa direzione vi è l’intenzione di rinforzare anche altri servizi affinché diventi sempre più punto riferimento la popolazione del ferrarese ma non solo”.

Innumerevoli, sono i service e i progetti realizzati dal Rotary Club di Cento, dalla sua fondazione, a sostegno della popolazione e in particolare delle fasce più deboli.

Nel caso specifico, all’inizio della pandemia -come ricorda Carlo Rumpianesi Presidente Rotary Club di Cento annata 2019/20 - il Consiglio direttivo, e i soci del Club furono unanimi nel decidere di dedicare tutte le risorse a disposizione per effettuare dei service sul territorio. Così, da subito il Club individuò due destinatari istituzionali: l’Ospedale di Cento e Sant’Agostino Soccorso. Avendo la fortuna di avere nel suo organico diversi medici fra i quali il prof. Giorgio Zoli, primario a Cento, ci è stato possibile identificare quali strumentazioni potevano essere utili per l’Ospedale SS. Annunziata anche nel post pandemia. Fu quindi individuato il Ventilatore Philips V60 Plus. La macchina è costruita negli USA e, stante la situazione mondiale, il Rotary centese è riuscito ad averla solamente ora, ma, ben felici, la mettiamo a disposizione della nostra comunità. Per quanto riguarda Sant’Agostino Soccorso, si ricorda invece che il 9 maggio scorso si sono consegnate due macchine per la sanificazione ad ozono delle ambulanze”.


 

 

 

 



Azioni sul documento
Strumenti personali