Tu sei qui: Home / Home Page / News / Gioco d'azzardo in terza età, al via la distribuzione dell'opuscolo nei luoghi frequentati dagli over 60

Gioco d'azzardo in terza età, al via la distribuzione dell'opuscolo nei luoghi frequentati dagli over 60

archiviato sotto: ,
pubblicato il 09/07/2021 11:21, ultima modifica 09/07/2021 11:21
Secondo i dati riportati dall’Osservatorio delle Dipendenze Patologiche dell’Azienda USL di Ferrara, dal 2006 al 2019 (ultimi dati completi a disposizione) vi è stato un incremento dei pazienti rivoltisi ai Servizi di Dipendenze Patologiche (Ser. D) del territorio di Ferrara e provincia con problematiche legate alla malattia del gioco d’azzardo.

I pazienti in carico sono passati da 26 a 154 con un tasso d’incremento annuo del 17%. Tra questi, si nota una forte presenza dei pazienti ultrasessantenni (33% dell’utenza per tale patologia) di cui in pensione il 19,9%. 

A partire dall’osservazione di tale tendenza, l’equipe DGA - Disturbo da Gioco d'Azzardo del Ser. D dell’Azienda USL di Ferrara - all'interno del programma di prevenzione e contrasto al disturbo da gioco d’azzardo - propone un opuscolo informativo al fine di informare e sensibilizzare le persone ultrasessantenni e i loro cari che affrontano o potrebbero affrontate tale problematica.

L’obiettivo è di aumentare la consapevolezza sui rischi legati al gioco d’azzardo patologico, tema complesso e di forte impatto sociale, nella speranza di intercettare precocemente i sintomi di malattia nella popolazione degli over 60. Come riportato in letteratura questa fascia di popolazione è potenzialmente più a rischio in quanto ha molto tempo a disposizione e disponibilità di denaro (risparmi, rendita, pensione), nonché può affrontare situazioni percepite negativamente come solitudine e noia.

All’interno dell’opuscolo informativo vengono fornite informazioni specifiche sull’invecchiamento e sui cambiamenti ad esso associati: pensionamento, diventare nonni, l’uscita dei figli di casa, problemi di salute e malattia, maggiore senso di solitudine, perdita del coniuge/partner; momenti di transizione e cambiamento in cui l’azione “seduttiva” del gioco d’azzardo può trovare terreno fertile. È dunque utile saper cosa fare per potersi “difendere” al meglio e poter affrontare il gioco d’azzardo in maniera informata e consapevole. A tale scopo sono riportati i più comuni rischi associati al gioco d’azzardo come ad esempio le distorsioni cognitive che potrebbero far evolvere in patologia una situazione di gioco ricreativo e sociale.

Sono inoltre riportate, nelle ultime pagine dell’opuscolo, le informazioni per la cura e i contatti dei Servizi delle Dipendenze Patologiche presenti nel territorio di Ferrara e provincia.

Dalla settimana prossima, gli opuscoli stampati in 5000 copie verranno distribuiti nei tre distretti del territorio all’interno dei Servizi e degli spazi pubblici maggiormente frequentati da questa fascia della popolazione.

SCARICA L'OPUSCOLO

Azioni sul documento
archiviato sotto: ,

Seguici sui social

direttori

 
Strumenti personali