Tu sei qui: Home / Home Page / News / Estate in sicurezza, dai vaccini anti-Covid ai servizi sul litorale

Estate in sicurezza, dai vaccini anti-Covid ai servizi sul litorale

archiviato sotto: ,
pubblicato il 29/06/2021 19:05, ultima modifica 30/06/2021 17:31
La campagna vaccinale prosegue mentre in provincia di Ferrara continua a calare il numero di casi e si svuotano i reparti Covid. Intanto vengono potenziati i servizi sanitari sul litorale in vista dell'avvio della stagione estiva e negli ospedali della provincia si ritorna gradualmente alla normalità consentendo l'accesso dei visitatori ai pazienti.

Se ne è parlato nel consueto appuntamento del martedì con Salute Focus Ferrara (format di approfondimento a cura dell'Azienda USL di Ferrara condotto da Alexandra Boeru) con Roberto Bentivegna, direttore ad interim Direzione Medica di presidio Ausl Fe, Daniele Cariani, direttore facente funzione U.O. Pronto Soccorso Ausl Fe, Alessandra Mura (La Nuova Ferrara) e Stefano Lolli (Il Resto del Carlino).

“La campagna vaccinale prosegue a pieno ritmo - ha commentato in apertura Roberto Bentivegna - il 64,4% dei ferraresi over 12 ha già ricevuto la prima dose mentre il 36,2% ha completato il ciclo con entrambe le dosi”.

Quanto alla programmazione del mese di luglio, “abbiamo ricevuto dalla Regione l'indicazione a concentrarci sulla fascia 12- 19 anni che necessita di una maggiore accelerazione. L'obiettivo è arrivare ad una copertura con la seconda dose prima dell'inizio della scuola”. Al momento nella fascia 12-19 anni è stato vaccinato con una dose il 10% del target di riferimento e con due dosi l'1.2%.

“Occorrerà avviare una campagna di comunicazione in questo senso - ha proseguito Bentivegna -. Oggi gira meno il virus, c'è meno paura e sfugge l'importanza della campagna vaccinale, la corsa alla prenotazione è meno agguerrita”. Il direttore ad interim Direzione Medica di presidio ha poi aggiunto che ci sarà, e c'è già, un coinvolgimento dei pediatri su questa categoria perchè occorre prima di tutto convincere i genitori e la funzione del pediatra è fondamentale.

Quanto alla stagione estiva, che sta entrando nel vivo, Bentivegna ha fatto il punto sui servizi sanitari che tutti gli anni vengono offerti in risposta al numero di persone che popolano i lidi ferraresi.

“Qualche problema - ha spiegato - c'è stato in termini di copertura per le difficoltà a reperire personale. Per la Guardia Medica Turistica l'anno scorso erano state coinvolte 23 figure, quest'anno solo 7. Questo ha imposto di fare delle scelte, attivando due ambulatori uno sui lidi nord e uno sui lidi sud (Lido di Pomposa e Lido di Spina). Garantita la presenza della Guardia Medica presente nei festivi, prefestivi e negli orari notturni”. Resteranno inoltre attive le USCA sul territorio di Comacchio per poter gestire le sintomatologie sospette collegabili al Covid.

“Come ogni estate - ha poi sottolineato Daniele Cariani, direttore FF Pronto Soccorso Ausl Fe - si registra un importante afflusso di pazienti nel Pronto Soccorso dell'ospedale del Delta. In genere la metà di tutti degli accessi del PS si registrano d'estate (nel 2019 circa 30mila accessi di cui più di 12mila da maggio a settembre, a maggio-giugno del 2021 già circa 4000 accessi). Da qui l'invito alla popolazione a “sfruttare” i servizi aggiuntivi sul territorio per problematiche facilmente risolvibili fuori dal Pronto Soccorso.

Potenziato in vista dell'estate, ha spiegato Flavio Ferioli responsabile medico servizio Emergenza 118 Ausl Ferrara, anche il 118: un'ambulanza fissa a lido degli Estensi h24 fino al 31 agosto e una, a lido Pomposa, nei weekend. Anche a Comacchio prevista un'altra ambulanza aggiuntiva con orario diurno dal 1° luglio fino al 31 agosto. In prima linea per la balneazione sicura anche i bagnini, adeguatamente formati per prestare i primi soccorsi, come spiegato da Alex Bellotti, responsabile Servizi Salvataggio CUS SAS. 

Un'estate che inizia con “dati mai così positivi” ha commentato in chiusura Bentivegna mettendo in evidenza come questa settimana l'incidenza dei nuovi casi sia la più bassa di sempre: 0,87 su 100mila abitanti e 19 comuni senza casi attivi. In totale nella nostra provincia ci sono al momento 99 persone positive, 18 delle quali ricoverate, 2 in terapia intensiva. “Il virus circola meno ma non vuol dire calare l'attenzione - ha poi aggiunto Bentivegna - perchè basta guardare cosa succede a livello internazionale. Nel nostro territorio al momento non è stato riscontrato nessun caso di variante Delta ma l'allerta è altissima e nei nostri laboratori viene fatto anche questo tipo di controllo”.

Materiale video a disposizione delle redazioni scaricabile a questo link 
Sul canale Youtube Ausl Ferrara la puntata intera. 

https://youtu.be/Q2mOy_MludY

Azioni sul documento
archiviato sotto: ,

Seguici sui social

direttori

 
Strumenti personali