Tu sei qui: Home / Home Page / News / Eni e Azienda USL unite per promuovere la sicurezza

Eni e Azienda USL unite per promuovere la sicurezza

archiviato sotto:
pubblicato il 29/03/2019 10:08, ultima modifica 29/03/2019 10:08
Iniziative rivolte agli studenti per lo sviluppo di conoscenze e attitudini per adottare e mantenere comportamenti sicuri e ai lavoratori di Versalis, Syndial e SEF-Enipower per traguardare l’obiettivo “zero infortuni”

A Ferrara le aziende di Eni e USL si sono alleate per una doppia iniziativa in materia di sicurezza. Ieri al Teatro Nuovo di Ferrara è andato in scena lo spettacolo “Il Patto che ti salva la vita” a cui hanno partecipato centinaia di studenti delle scuole superiori, già coinvolti nel progetto d’istruzione “Studenti attivi in sicurezza” promosso dal Dipartimento di Sanità Pubblica dell'Azienda USL ferrarese. 

“Il Patto che ti salva la vita (Il virus del miglioramento)” mette in scena situazioni, personaggi e filmati che mostrano alcuni comportamenti sul lavoro, sulle strade e nella vita quotidiana che possono avere impatto sulla propria incolumità e su quella delle altre persone, e invita a cambiare rischiose abitudini, spiegando come l’impegno per la sicurezza sia un atto di amore verso se stessi e verso la comunità, in qualsiasi situazione e a qualsiasi età. Lo spettacolo fa fortemente leva sulle emozioni e fa riflettere in merito all’assurdità di alcuni comportamenti e abitudini non solo in ambito lavorativo ma anche sulle strade e, più in generale, nella vita quotidiana. Al termine della rappresentazione i ragazzi hanno potuto approfondire il tema sicurezza attraverso un dibattito intermediato dai responsabili delle aziende, che hanno sottolineato l’importanza di non delegare a nessuno la responsabilità per l’incolumità, propria e altrui, ma di farsi parte attiva nell’accertarsi che i comportamenti e gli ambienti in cui viviamo il nostro quotidiano siano sicuri e attrezzati adeguatamente per affrontare eventi di pericolo.

La cultura della prevenzione dei rischi per la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e di vita vede nella formazione una forte valenza in ambito scolastico, proprio per questo motivo le Aziende hanno ritenuto opportuno coinvolgere gli istituti delle scuole superiori della provincia di Ferrara in questa iniziativa di sensibilizzazione. L’evento si inserisce all’interno di uno specifico progetto pluriennale del Dipartimento di Sanità Pubblica per promuovere la cultura della salute e sicurezza nei giovani: gli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore Copernico-Carpeggiani di Ferrara sono coinvolti direttamente per conoscere - grazie ad un monitoraggio delle condizioni di sicurezza dei propri istituti - rischi, metodologie di valutazione e tecniche di controllo e riduzione. Gli studenti formati, inoltre, prenderanno parte ad iniziative di formazione tra pari (peer education) rivolte ai loro compagni del primo anno, contribuendo alla presentazione delle procedure di evacuazione in emergenza e delle caratteristiche di sicurezza dell’Istituto.

 

Promosso dal Safety Competence Center di Eni , lo spettacolo teatrale “Il Patto che ti salva la vita” è già stato rappresentato a Mantova, Siracusa, Taranto, Porto Marghera, Assemini, Gela, Porto Torres, Livorno, Ravenna, Brindisi, Crotone e solo un anno fa ancora a Ferrara, e testimonia l’impegno di Eni nella promozione di attività finalizzate a sensibilizzare le persone del territorio che ospita le proprie attività produttive in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro e si pone l’obiettivo di sperimentare l’utilizzo dei codici teatrali per riflettere riguardo a un tema così importante.

L’impegno di Eni rispetto a questo tema è prioritario: con l’obiettivo di ribadire l’importanza dei comportamenti e di quanto siano determinanti per la sicurezza di tutti, ai lavoratori di Versalis, Syndial, SEF-Enipower e delle imprese in appalto è stata invece dedicata l’iniziativa “Io vivo sicuro”, una giornata di riflessione e lavoro di gruppo. Il programma ha previsto anche “la giornata della sicurezza” Versalis, a cui hanno partecipato istituzioni e autorità cittadine, che si sono unite nel sostegno di un codice di valori condiviso che non deve conoscere né condizioni né distinzioni di appartenenza.

I comportamenti pericolosi sono la causa della stragrande maggioranza degli infortuni e incidenti e solo un’attenzione trasversale ai vari aspetti del vivere quotidiano può far diventare la sicurezza un’abitudine che si manifesta in tutti gli ambiti del vivere quotidiano.
 

Azioni sul documento
archiviato sotto:
Strumenti personali