Tu sei qui: Home / Home Page / News / Casa di Riposo per Anziani di Dosso: 15 posti letto in più per i pazienti non autosufficienti

Casa di Riposo per Anziani di Dosso: 15 posti letto in più per i pazienti non autosufficienti

pubblicato il 28/02/2019 14:55, ultima modifica 28/02/2019 14:55
Intesa tra Azienda USL, Comuni del Distretto Ovest e “Ancora Servizi Soc. Coop”

Positivo l’incontro che si è tenuto ieri,  27 febbraio 2019, con la Direttrice del distretto Ovest, i Responsabili dei Servizi Sociali territoriali  e il Legale Rappresentante di “Ancora Servizi Soc. Coop”.

L’incontro, che si è tenuto nella sede dei Servizi Sociali del Comune di Cento, si è infatti concluso con la sottoscrizione   del contratto di servizio che conclude l’iter dell’accreditamento definitivo finalizzato all’ampliamento dei posti letto, finanziati dal fondo nazionale della non autosufficienza, presso la CRA di Dosso, che aumentano di 15 posti letto. Da 20  si passa quindi a 35.

Le Case di Residenza per Anziani (CRA) sono servizi socio-sanitari residenziali finalizzati all’accoglienza temporanea o permanente, di anziani non autosufficienti di grado medio ed elevato, che non necessitano di specifiche prestazioni ospedaliere. Nelle CRA viene garantita assistenza medica e infermieristica.

Soddisfazione per il risultato raggiunto da parte della Direttrice del Distretto Ovest, Annamaria Ferraresi, “l’ampliamento di ulteriori quindici posti letto consentirà ai servizi socio sanitari operanti nel territorio dell’alto ferrarese, di rispondere alle esigenze degli utenti anziani che si trovano in condizione di fragilità. Si tratta di persone affette da patologie gravi come Alzheimer oppure colpiti da eventi improvvisi come ictus o fratture del femore. La maggior parte degli inserimenti  – conclude  Ferraresi -  avviene a seguito di un aggravamento delle condizioni cliniche e in questi casi specifici il ricovero in struttura  garantisce quelle cure sanitarie e sociali, di cui hanno bisogno”.

Anche l’assessore alla Sanità del Comune di Terre del Reno, Maria Mastrandrea, esprime soddisfazione per il lavoro svolto, viste le importanti necessità che si presentano sul territorio locale “ proprio l’invecchiamento della popolazione ferrarese  ci porta a doverci confrontare con esigenze sempre maggiori di anziani affetti da malattie croniche, anche gravi, che necessitano di cure specialistiche e di un’assistenza 24 ore al giorno e che solo attraverso la collaborazione tra Comuni e ASL si possano garantire  le risposte più appropriate”

La sottoscrizione del contratto evidenzia l’impegno e la corresponsabilità di Pubblico e Privato per migliorare la qualità di vita, ma anche la qualità dell’assistenza in un sistema che misura anche gli esiti delle azioni e dei progetti attivati  per il  benessere dei cittadini più fragili.

Azioni sul documento
Strumenti personali