Tu sei qui: Home / Home Page / News / Archivio News / Terremoto, prorogate anche nel 2016 le esenzioni da ticket

Terremoto, prorogate anche nel 2016 le esenzioni da ticket

pubblicato il 22/12/2015 10:46, ultima modifica 22/12/2015 10:46
Riguardano i cittadini che abitano nei comuni colpiti dal sisma e che hanno un'abitazione, uno studio professionale o un'azienda con dichiarazione di inagibilità e i parenti dei primo grado delle persone decedute per il terremoto.

Ferrara, 22 Dicembre 2015.  Sono state prorogate anche per il 2016 le misure di esenzione dal pagamento del ticket per le visite, gli esami specialistici, l’acquisto di farmaci e l’assistenza termale, per le popolazioni colpite dal terremoto del 2012.  La prosecuzione degli interventi è stata decisa dalla Giunta regionale, con un impegno finanziario di 800 mila euro. Le misure di esenzione riguardano tutti i cittadini che abitano nei comuni colpiti dal sisma e che hanno un’abitazione, uno studio professionale o un’azienda con dichiarazione di inagibilità e i parenti dei primo grado delle persone decedute per il terremoto.
Nel 2012 erano 175.568 i soggetti che hanno usufruito dell’esenzione,  quest'anno sono scesi a 6.224. Si è così passati da impegno economico del valore di 12 milioni di euro a 700.000 euro del 2015.
“Numeri che dimostrano come nell’area del sisma si stia tornando alla normalità – dicono gli assessori regionali alla Ricostruzione post-sisma Palma Costi e alle Politiche per la  Salute Sergio Venturi – Abbiamo deciso di riproporre la stessa misura nel 2016 a tutela dei cittadini che hanno ancora delle difficoltà, perché non abbandoneremo nessuno finché non sarà ricostruita anche l’ultima abitazione o azienda”.
Dal 2012 ad oggi sono 2.056.148 le prestazioni erogate gratuitamente nell’area del sisma a 203.861 persone, con un mancato gettito per la Regione di 15.855.717.

Azioni sul documento
Strumenti personali