Tu sei qui: Home / Home Page / News / Archivio News / Prevenire è VIVERE! Sport e alimentazione per la prevenzione dei tumori

Prevenire è VIVERE! Sport e alimentazione per la prevenzione dei tumori

archiviato sotto:
pubblicato il 16/03/2017 14:12, ultima modifica 16/03/2017 14:12
Appuntamento il 18 marzo 2017 alla Sala della Musica di via Boccaleone a Ferrara

Sabato 18 marzo a Ferrara si terrà un importante convegno che ha come obiettivo la “Prevenzione”. Saranno infatti approfonditi nell’arco della giornata diversi temi come l’alimentazione, sport, sani stili di vita, che hanno tutti come obiettivo comune la promozione della salute e la prevenzione delle patologie croniche.
Proprio per presentare l’evento e le iniziative che fanno parte di un progetto ben più ampio e, vista la concomitanza della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica (che va dal 13 al 20 Marzo),  si è tenuta questa mattina, nella sede dell’azienda USL di via Cassoli,    una conferenza stampa che ha visto diversi attori impegnati su queste tematiche.

FERRARA MARATHON è infatti la manifestazione principale di una kermesse di eventi che si svolgeranno a Ferrara nel week end che va dal 17 al 19 marzo 2017. La Sezione di Ferrara della Lega Italiana per la lotta ai tumori (Lilt), ha voluto infatti coniugare l’evento anche con l’organizzazione di un convegno sul tema: “ Prevenire è vivere: Sport e alimentazione per la prevenzione dei tumori” che si terrà Sabato 18 Marzo, nella sala della Musica presso il Chiostro San Paolo.

I referenti LILT Ferrara, Sergio Gullini e Giampiero Gargini, presenti all’incontro, hanno sottolineato l’importanza del  convegno, che vede la partecipazione di relatori appartenenti al mondo delle istituzioni, dell’Università e  delle due Aziende Sanitarie.
Il Direttore Sanitario dell’Azienda USL, Mauro Marabini, ha ricordato come Ferrara goda di una considerevole molteplicità di attori impegnati su questi temi, come Università, Comune, Associazioni e la stessa Azienda Usl con il Centro di Medicina dello Sport, che la caratterizzano come una vera e propria “Città della Prevenzione”.

Proprio del progetto “Ferrara Città della Prevenzione” ha parlato il Prof. Gabriele Guardigli della clinica cardiologica di Unife. Un progetto a lungo termine che mira ad un cambiamento culturale della popolazione, promuovendo le tematiche della prevenzione in molteplici campi: dalle scuole ai centri anziani, dai ristoranti alle università.
Il Prof. Lamberto Manzoli, della Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva di Unife, ha quindi sottolineato come il ruolo dell’Università debba essere quello di fare da cabina di regia tra i numerosi attori coinvolti, coordinando gli sforzi attraverso un fronte comune anche con le associazioni come ad esempio LILT.
Significativo anche l’intervento del dott. Alberto Garbuglia, referente del neonato Pera Group, che fa notare un’importante specificità del territorio ferrarese, cioè la produzione della pera, come frutto con caratteristiche alimentari e salutistiche del tutto peculiari. Una corretta alimentazione non può quindi che collocarsi in posizione centrale nell’adozione di uno stile di vita sano.
L’Assessore alla Salute del Comune di Ferrara, Chiara Sapigni ha quindi concluso sottolineando il valore aggiunto dello sforzo comune delle diverse istituzioni nella promozione della salute, uno sforzo condotto ciascuno con le proprie competenze. Ha comunque evidenziato come rivesta un ruolo centrale anche la responsabilità del singolo cittadino, che dovrebbe ogni giorno impegnarsi proprio per ritardare l’insorgere delle malattie croniche.
Parallelamente all’iniziativa, durante tutta la giornata di Sabato, l’Azienda USL sarà inoltre presente con il proprio stand in Piazzetta Municipale. Grazie alla presenza del personale del 118 guidato dal dott. Flavio Ferioli e dell’Associazione Rianimiamo Bondeno, sarà possibile per i cittadini interessati apprendere alcuni rudimenti di rianimazione cardio-polmonare, anche per promuovere una globale diffusione delle competenze sanitarie non solo nell’ambito della prevenzione primaria ma anche secondaria. “Sport e movimento sicuro per tutti” .

Una tre giorni quindi che vede impegnati più protagonisti su un fronte comune particolarmente importante “la promozione della salute”
Azioni sul documento
archiviato sotto:
Strumenti personali