Tu sei qui: Home / Home Page / News / Archivio News / Nicoletta Natalini, Romana Bacchi e Chiara Benvenuti le Direttrici dei Distretti Sanitari dell'Azienda USL di Ferrara

Nicoletta Natalini, Romana Bacchi e Chiara Benvenuti le Direttrici dei Distretti Sanitari dell'Azienda USL di Ferrara

archiviato sotto:
pubblicato il 04/05/2017 16:06, ultima modifica 04/05/2017 16:06
Le nuove assegnazioni riguardano il distretto Ovest con la nomina di Nicoletta Natalini e il distretto Sud Est con la nomina di Romana Bacchi. Chiara Benvenuti rimane alla guida del Distretto Centro Nord.

Presentate dal direttore Generale dell’Azienda USL di Ferrara, Claudio Vagnini, le direttrici dei 3 Distretti sSnitari in occasione di un incontro stampa.

Le nuove nomine riguardano il distretto Ovest, con la nomina di Nicoletta Natalini che va al posto di Felice Maran, e il distretto Sud-Est, con la nomina di Romana Bacchi che va al posto di Gianni Serra. Chiara Benvenuti rimane alla guida del Distretto Centro Nord.  

Con le nuove nomine di Natalini e Bacchi, abbiamo completato il gruppo della direzione aziendale - afferma Claudio VagniniPer i distretti sanitari servivano persone con esperienza e competenze da mettere al servizio dei territori. Le tre direttrici Natalini, Bacchi e Benvenuti hanno sicuramente un’alta professionalità e conoscenze mirate alle funzioni di Distretto, qualità di garanzia di attenzione ai bisogni delle collettività dei territori di loro competenza. Stiamo cambiando quella che è l’impostazione anche culturale dei nostri servizi e con le loro competenze che saranno al servizio dei territori si potranno realizzare e consolidare buone collaborazioni con gli Enti, le Amministrazioni e l’Associazionismo locale. 

Nicoletta Natalini, per Distretto Ovest, Uno dei miei impegni sarà quello di sviluppare e unire maggiormente i servizi territoriali e ospedalieri per rendere più fluido il passaggio del cittadino tra un servizio e l’altro, così come per il territorio di Bondeno la priorità sarà lo sviluppo della Casa della Salute. Ho già preso diversi contatti con i Sindaci del territorio, è un confronto fondamentale per capire cosa si aspettano come sviluppo della sanità per i loro cittadini. Il distretto Ovest ha una particolarità che lo contraddistingue dagli altri distretti è infatti a confine con Bologna e Modena. Tra gli obiettivi vi è anche quello realizzare una rete di collaborazione con le altre ASL per proporre servizi sanitari comuni che potranno essere messi a disposizione dei cittadini delle diverse provincie.

Natalini, con Laurea in Medicina e Chirurgia conseguita nel 1992 presso l’Università di Modena e Reggio Emilia. Specializzazione in Medicina Legale e delle assicurazioni conseguita nel 1996 e specializzazione in Igiene e medicina preventiva conseguita nel 2006 presso l’Università di Modena e Reggio Emilia. Ha svolto il suo Ultimo incarico in qualità di Direttore ff Ospedale di Carpi, Azienda USL di Modena, ma ha una lunga esperienza lavorativa anche nell’ambito dell’assistenza territoriale.  

Romana Bacchi, per il Distretto Sud Est, Un territorio quello del Sud Est, capillarmente ricco di servizi, con esperienze diverse, così come di sperimentazioni. Anche se una programmazione è stata fatta da tempo, grazie all’ottimo lavoro svolto dai miei predecessori, vi è la necessità di dare visibilità a quanto è stato programmato e ai servizi presenti. Realizzare anche per il distretto Sud Est una maggiore integrazione e armonizzazione dei servizi è uno degli obiettivi da raggiungere. La catena dei servizi interni deve funzionare ma deve essere collegata con l’esterno, senza dimenticare la valutazione dei servizi erogati per mantenere alta la qualità dell’assistenza.

Bacchi, con Laurea in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi di Bologna, Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva presso l'Università degli studi di Ferrara. Corso di perfezionamento in "Programmazione gestione e valutazione dei servizi sanitari" e Master di secondo livello in Management dei servizi sanitari presso l’Università degli Studi di Parma. Ha svolto il suo ultimo incarico all’Azienda USL di Forlì in qualità di Direttore di Epidemiologia e Sanità Pubblica.

 Chiara Benvenuti, Direttrice del Distretto Centro Nord, già da diversi anni lavora per l’Azienda USL di Ferrara, prima come responsabile di Pediatria di Comunità, poi Direttrice del Dipartimento di Cure Primarie e attualmente Direttrice di Distretto.

Sono molto contenta di far parte di un team di direttrici di Distretto. E’ anche questa l’occasione per avere un confronto con nuove professioniste che provengono inoltre da realtà diverse e che possono portare spunti nuovi al territorio di ferrarese.

I nostri interlocutori sono i Sindaci, i cittadini, le Associazioni e gli stessi operatori dell’Azienda sanitaria. Far dialogare le diverse realtà territoriali è uno dei nostri compiti, in particolar modo far dialogare il sociale e il sanitario per rendere più fluido il percorso dei cittadini bisognosi di servizi.

A oggi si è lavorato molto con le ASP e i servizi sociali dei Comuni per mettere insieme professionisti della sanità e del sociale proprio per realizzare equipe integrate per prendere in carico il paziente e il suo nucleo familiare , senza che il cittadino sia costretto a fare da solo il suo percorso. Altro impegno per noi direttori di distretto è sostenere lo sviluppo delle cure primarie e la forte collaborazione con i medici di medicina generale,i pediatri di famiglia e gli specialisti convenzionati.

Per favorire l’equità per i cittadini e mantenere le specificità territoriali vi sarà un coordinamento organizzativo dei direttori di distretto con il Dipartimento di cure primarie e con il Direttore delle attività sociosanitarie proprio per omogeneizzare per quanto possibile le azioni e i progetti, avendo chiari gli obiettivi assegnati dalla direzione strategica e la programmazione approvata dalla Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria.

A breve per esempio partirà un progetto che interesserà tutto il territorio provinciale “la centrale unica di dimissione” che sarà costituita da un team di esperti articolati nei tre distretti .Le centrali distrettuali avranno il compito di valutare le modalità e le condizioni di dimissione dei pazienti dagli Ospedali. Secondo le condizioni del paziente, della sua famiglia e dei servizi necessari, verrà definito il luogo più idoneo per la persona in occasione della sua dimissione, se il suo domicilio o se altra struttura assistenziale.

Il distretto Sanitario e le funzioni del Direttore di Distretto

Il Distretto Sanitario è l’articolazione territoriale dell’Azienda USL che garantisce l’erogazione dei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA). Svolge un ruolo centrale per l’identificazione della domanda di salute espressa dai diversi territori e si fa garante dell’appropriatezza, qualità ed equità dei servizi offerti ai cittadini. Il direttore di distretto è il principale interlocutore degli Enti Locali e assicura lo sviluppo degli interventi socio-sanitari diventando così i garanti dell’esercizio delle attività. Nei territori di competenza rappresentano il direttore generale, garantendo l’ascolto del cittadino, come utente di servizi, come percettore di bisogni e di criticità ma anche come ideatore e realizzatore di soluzioni.

Nella foto da sinsitra: Romana Bacchi, Claudio Vagnini, Nicoletta Natalini, Chiara Benvenuti

Azioni sul documento
archiviato sotto:
Strumenti personali