Tu sei qui: Home / Home Page / News / Archivio News / La sanità migliore si costruisce con il coinvolgimento della società civile

La sanità migliore si costruisce con il coinvolgimento della società civile

archiviato sotto:
pubblicato il 06/10/2015 16:27, ultima modifica 06/10/2015 16:27
Le direzioni generali delle Aziende Sanitarie ferraresi incontrano i pensionati del Lavoro Autonomo

Nel percorso di qualificazione del sistema sanitario provinciale, intrapreso della Aziende Sanitarie Ferraresi, tutti i soggetti della società hanno un ruolo attivo e partecipativo, perché una migliore sanità si costruisce anche e soprattutto con il contributo costruttivo di tutte le componenti della società civile. Con questi presupposti le direzioni generali di Azienda Usl e Azienda Ospedaliero-Universitaria di Ferrara hanno incontrato oggi (06.10.2015 ndr) una delegazione del CUPLA, il Coordinamento Unitario dei Pensionati del Lavoro Autonomo.

“Abbiamo colto con favorevole interesse la disponibilità del CUPLA a diventare partecipe di interventi informativi rispetto al tema della salute, un vero e proprio programma d’azione per spiegare ai cittadini come migliora la sanità provinciale - dichiara Paola Bardasi, Direttore Generale AUSL Ferrara a conclusione del colloquio. "Gli incontri che l'Azienda Ospedaliero - Universitaria di Ferrara mette in atto con i rappresentanti delle Associazioni - ha dichiarato il Direttore Generale del S. Anna, Tiziano Carradori - hanno lo scopo di individuare quelli che sono i problemi e le possibili soluzioni in favore dei nostri cittadini. Questa Direzione ritiene particolarmente importante apportare quei cambiamenti che possono migliorare la tempestività dell'accesso alle prestazioni, la qualità con la quale queste vengono erogate e anche, al tempo stesso, la loro sostenibilità".

Un incontro, durante il quale sono state approfondite le difficoltà del territorio: un’analisi puntuale della provincia di Ferrara attraverso un confronto aperto e veritiero, senza necessità di “indorare la pillola”.

“Entrambe le parti hanno riaffermato la necessità di superare le prestazioni inutili e ridurre le spese amministrative, mantenendo inalterati i servizi sanitari ed hanno espresso profonda preoccupazione per la costante e continua sottrazione di risorse" afferma Valentino Calderoni, coordinatore CUPLA - Cia Ferrara.

Una condivisione non solo nel merito, quella emersa oggi, ma anche nel metodo: l’incontro è stata la prima occasione per prendere in esame gli interventi necessari nel nostro sistema sanitario e CUPLA ha confermato la propria disponibilità a collaborare per informare e coinvolgere i ferraresi in questo percorso.

Azioni sul documento
archiviato sotto:
Strumenti personali