Tu sei qui: Home / Home Page / News / Archivio News / La medicina di genere e l'Azienda USL di Ferrara approdano a Bruxelles

La medicina di genere e l'Azienda USL di Ferrara approdano a Bruxelles

pubblicato il 26/06/2017 15:15, ultima modifica 30/06/2017 15:53
La Medicina di genere, della cui proposta di legge è prima firmataria la deputata ferrarese Pd Paola Boldrini, membro della Commissione Affari Sociali e Sanità, approda a Bruxelles.

 Per Martedì 27 giugno, l'europarlamentare Elena Gentile (Gruppo dell'Alleanza Progressista dei Socialisti Democratici), ha infatti organizzato una conferenza sulle prassi italiane e tedesche  in cui sarà esposto il modello italiano che coinvolge Istituto Superiore, Università, in particolare quella ferrarese, Aziende Sanitarie, tra cui quella di Ferrara ha un ruolo di rilievo. A relazionare sarà la stessa Boldrini, il cui progetto di legge è in discussione proprio in questi giorni in Parlamento, sotto forma di emendamento al DDL Lorenzin e prevede un orientamento attento alle differenze di sesso e di genere nella ricerca, nella prevenzione, nella diagnosi e nella cura, con formazione e aggiornamento del personale medico e sanitario, oltre che un approccio interdisciplinare tra le diverse aree mediche e le scienze umane. Obiettivo: l'appropriatezza delle cure. 

Tra i relatori della Conferenza la Dott.ssa Fulvia Signani, Psicologa dell'Azienda USL e Professore incaricato dell'Università di Ferrara, autrice di un volume sull'argomento.

Verrà messo in luce l'impegno dell'Azienda USL di Ferrara che ha favorito in questi anni l'applicazione di Convegni, corsi di formazione anche a distanza a valenza provinciale e regionale, così come un progetto pilota in un Ospedale della provincia, 'toccando' finora oltre 2000 operatori della salute. 

Ricordiamo infine che l'Eurodeputata Gentile mira alla realizzazione di un documento da proporre come emendamento di Legge Europea. 

Azioni sul documento
Strumenti personali