Tu sei qui: Home / Home Page / News / Archivio News / Farmaci & Estate: la guida per conservare i farmaci in estate e durante i viaggi al caldo.

Farmaci & Estate: la guida per conservare i farmaci in estate e durante i viaggi al caldo.

archiviato sotto:
pubblicato il 09/06/2016 12:41, ultima modifica 09/06/2016 12:41
L’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) suggerisce alcuni accorgimenti sia per conservare sia per assumere correttamente i farmaci in Estate e durante i viaggi specie se in presenza di alte temperature. Un contributo per trascorrere un’estate serena ed evitare spiacevoli inconvenienti.

Nella stagione estiva le alte temperature, l’elevato tasso di umidità e la maggiore intensità dei raggi ultravioletti possono incidere sull’integrità, l’efficacia e la sicurezza dei farmaci e quindi sui loro effetti sull’organismo.

L’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ti suggerisce alcuni accorgimenti che contribuiranno a farti trascorrere un’estate serena, al riparo da spiacevoli inconvenienti.

Un paio di regole per iniziare…

1. Non assumere un farmaco che ti sembra abbia un aspetto diverso dal solito o che presenti dei difetti (presenza di particelle solide in sospensione o sul fondo, cambio di colore o odore, modifica di consistenza), senza aver consultato il tuo medico o il farmacista.

Tieni comunque presente che non sempre l’aspetto, l’odore o il colore rivelano se si è verificata un’alterazione, per cui è fondamentale conservare sempre in modo corretto il farmaco.

2. Nel caso di un farmaco presente in diverse forme farmaceutiche e in assenza di specifiche controindicazioni (ad esempio la difficoltà di deglutizione) preferisci le formulazioni solide. Le formulazioni liquide sono in genere maggiormente sensibili alle alte temperature.

 

Conservare i farmaci in Estate

1. Il foglio illustrativo del farmaco indica le modalità di conservazione corrette. Qualora queste non siano specificate, conserva il medicinale in luogo fresco e asciutto a una temperatura inferiore ai 25°.

2. Se esponi i medicinali per un tempo esiguo (una o due giornate) a temperature superiori a 25° non ne pregiudichi la qualità, ma per un tempo più lungo ne riduci considerevolmente la data di scadenza.

Se invece la temperatura di conservazione è specificatamente indicata, non rispettarla potrebbe addirittura renderli dannosi per la salute.

Ciò è particolarmente importante per alcuni farmaci di emergenza che includono: antibiotici,  farmaci adrenergici, insulina  e analgesici sedativi.

3. Se soffri di una patologia cronica come il diabete o di una malattia cardiaca, un’alterazione di una dose di un farmaco fondamentale, come l'insulina o la nitroglicerina, può essere rischiosa.

Presta particolare attenzione anche con gli antiepilettici e gli anticoagulanti.

Piccole modificazioni in farmaci come questi possono fare una grande differenza per la tua salute.

Alcune alterazioni che potrebbero verificarsi in antibiotici e/o aspirina potrebbero causare danni ai reni o allo stomaco.

Contenuti correlati
Guida_Farmaci_Estate
Azioni sul documento
archiviato sotto:
Strumenti personali