Tu sei qui: Home / Home Page / News / Archivio News / 2013 / Attivato anche al distretto Ovest il servizio di automedica

Attivato anche al distretto Ovest il servizio di automedica

pubblicato il 05/12/2013 12:55, ultima modifica 05/12/2013 13:53
Da lunedì 2 dicembre 2013 il Servizio Emergenza Urgenza territoriale si è potenziato con l’attivazione di automedica, equipaggiata da medico ed infermiere, nel distretto Ovest

La postazione di automedica si trova sulla strada principale del paese di Casumaro all’incrocio con tre direttrici principali, verso Bondeno, Cento e Finale Emilia.

Il servizio di automedica è un elemento fondamentale del sistema di emergenza 118 di tutte le province della Regione Emilia-Romagna, proprio per i vantaggi che consente:

  • garantisce il supporto sanitario avanzato per un numero più elevato di pazienti critici;
  • consente la stabilizzazione clinica sul posto per molti pazienti, senza la necessità dell’accompagnamento medico in ambulanza;
  • l’automedica costituisce un mezzo di soccorso aggiuntivo disponibile per concomitanti allertamenti, allorquando tutte le ambulanze risultano impegnate in emergenza;
  • l’invio dell’automedica riduce sostanzialmente gli eventi indesiderati in funzione dell’attribuzione del codice di gravità, anche in occasione di codici gialli e verdi con successivo riscontro di elevata criticità.

La modalità adottata di distribuzione ed utilizzo dei mezzi dedicati all’emergenza prevede,  in sintesi, una rete a maglie strette di ambulanze, che rimangono invariate nella ubicazione territoriale, per garantire tempi di intervento rispondenti a quelli previsti dalla normativa vigente; ed una rete a maglie più larghe di mezzi agili (automedica) a supporto delle ambulanze,  attraverso le modalità di raccordo territoriale direttamente  dove è richiesta l’urgenza.

Questo tipo di organizzazione consente:

  • Copertura di aree più ampie;
  • Impiego appropriato delle risorse professionali anche rispetto alla attività intraospedaliera;
  • Maggiore flessibilità del sistema con possibilità di risposte diversificate a seconda delle reali esigenze assistenziali;
  • Razionalizzazione delle risorse rispetto anche ad altre attività previste dal 118 (come i trasporti secondari urgenti e programmati).

La presenza, inoltre, di una ambulanza con infermiere a Finale Emilia permette - in una ottica di area vasta omogenea - di ottimizzare l’utilizzo delle risorse secondo una peculiarità della nuova organizzazione che vede una proficuo interscambio di mezzi di soccorso tra territori vicini.  

Azioni sul documento
Strumenti personali