Tu sei qui: Home / Home Page / News / Archivio News / 2011 / Salute mentale e teatro in Europa: un viaggio per incontrarsi

Salute mentale e teatro in Europa: un viaggio per incontrarsi

archiviato sotto:
pubblicato il 15/11/2011 14:23, ultima modifica 15/11/2011 14:32
Presentazione del video Giusto il tempo di un viaggio, realizzato dalla regista Marinella Rescigno nell’ambito di un progetto europeo di educazione permanente grazie al quale un gruppo di utenti ed operatori del DSM di Ferrara ha avuto la possibilità di incontrare altri utenti ed operatori francesi e spagnoli. Appuntamento è per giovedì 17 Novembre alle 15,30, nella residenza di Palazzo Bonacossi

Giusto il tempo di un viaggio - 17 novembre 2011Il Dipartimento di Salute Mentale dell’AUSL Ferrara, assieme a Comune di Ferrara ed al Club Integriamoci, presentano giovedì 17 Novembre alle 15,30 a Palazzo Bonacossi, il documentario
Giusto il tempo di un viaggio, realizzato dalla regista Marinella Rescigno nell’ambito di un progetto europeo di educazione permanente, di cui il Comune di Ferrara è capofila e grazie al quale un gruppo di utenti del DSM di Ferrara ha avuto la possibilità, insieme agli operatori, di incontrare altri utenti ed operatori francesi e spagnoli.

Il documentario ci porta in viaggio con loro, a visitare la Clinica Marcel Riviere a La Verriere, Parigi, e le strutture animate dalla Croce Rossa Spagnola nelle Asturie, e ci mostra diversi frammenti delle attività a Ferrara; gli spettacoli e i momenti di laboratorio teatrale si mescolano con gli incontri e le passeggiate alla scoperta delle città, in un giusto equilibrio tra lo scambio di esperienze di arte nella terapia e la realizzazione del sogno di un viaggio, occasione unica per molti dei partecipanti.
Nella stessa giornata è previsto anche un incontro tra l’Assessore ai Servizi alla Persona Chiara Sapigni, Paola Turilli, responsabile delle attività per il DSM, ed i partner di progetto provenienti da Francia, Spagna e Belgio che darà avvio alla seconda tranche del percorso progettuale; il confronto verterà sul tema dell’educazione non formale in generale e, più nello specifico, applicata all’ambito della salute mentale, divenuta negli ultimi anni un’emergenza di priorità europea.

Azioni sul documento
archiviato sotto:
Strumenti personali