Tu sei qui: Home / Home Page / News / 31 Maggio 2020: Giornata mondiale senza tabacco 2020

31 Maggio 2020: Giornata mondiale senza tabacco 2020

pubblicato il 05/06/2020 16:13, ultima modifica 05/06/2020 16:13
Fumare fa male sempre, ancor di più ai tempi di Covid-19. I 10 consigli degli esperti per smettere di fumare

Il 31 maggio si è celebrata la Giornata Mondiale senza tabacco 2020. 

Tra i fumatori sono diverse le malattie a trasmissione aerea più frequenti e spesso di maggiore gravità: non solo Tubercolosi e Influenza, ma anche SARS (Sindrome Acuta Respiratoria Severa), MERS (Sindrome Respiratoria Mediorientale) e infezioni da Coronavirus.

 Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità i fumatori potrebbero avere una maggiore vulnerabilità a contrarre l’infezione da nuovo coronavirus rispetto ai non fumatori.

Perchè: a causa dell’atto stesso del fumo.

Le dita, ed eventualmente le sigarette contaminate, arrivano a contatto con le labbra, e questo aumenta la possibilità di trasmissione del virus dalla mano alla bocca.

 

I 10 consigli degli esperti per smettere di fumare

 

  1. Ricorda che smettere di fumare è possibile
  2. Il desiderio impellente della sigaretta dura solo pochi minuti
  3. I sintomi dell’astinenza si attenuano già nella prima settimana
  4. Già dopo 20 minuti dalla cessazione del fumo si hanno i primi effetti benefici
  5. Non tutti ingrassano quando si smette di fumare e comunque l’incremento di peso è moderato (2-3 Kg)
  6. Quando si smette di fumare è bene bere abbondantemente, aumentare il consumo di frutta e verdura e muoversi di più
  7. Se non si riesce a smettere da soli è bene farsi aiutare, consultando il medico di Medicina Generale, chiamando il Numero Verde contro il fumo 800554088 dell'Istituto Superiore di Sanità o rivolgendosi al più vicino Centro Antitabacco
  8. Alcuni farmaci e un supporto psicologico sono validi aiuti per mantenere le proprie decisioni
  9. Le ricadute non devono scoraggiare; ogni tentativo di smettere fa acquistare consapevolezza e può costituire uno stimolo per riprovare ancora
  10. Non fumare influenza positivamente la salute, è un risparmio economico e salvaguarda la salute di chi ci sta intorno, soprattutto quella dei bambini e degli anziani

 

Anche in questa fase di emergenza sanitaria è possibile smettere di fumare, ognuno di noi può trasformare questa particolare situazione di emergenza sanitaria in un’ottima opportunità di salute. Consultando la sezione web aziendale Promozione Sani stili di vita - Prevenzione del Tabagismoè possibile approfondire alcuni aspetti  riguardo l’attività fisica, la corretta alimentazione e la cessazione dal fumo di sigaretta.

Ulteriori approfondimenti sul sito del Ministero della Salute.

Azioni sul documento
Strumenti personali