Tu sei qui: Home / Home Page / In Evidenza / Antibiotici. E' un peccato usarli male.

Antibiotici. E' un peccato usarli male.

pubblicato il 08/01/2015 13:55, ultima modifica 08/01/2015 13:59
La Regione Emilia Romagna raccomanda ai cittadini un uso corretto e appropriato degli antibiotici.

L'uso eccessivo di antibiotici rende i microbi resistenti e riduce, nel tempo, l'efficacia di questi farmaci.
Se si usano inutilmente potrebbero non funzionare più in caso di reale necessità.
La resistenza dei batteri agli antibiotici è un vero problema di sanità pubblica, come testimoniato da studi  a livello nazionale e internazionale, perché favorisce il diffondersi di germi ancora più resistenti agli antibiotici e sempre più difficili da contrastare.
Il medico di fiducia dovrà decidere se gli antibiotici servono oppure no.
Per esempio, per alcune infezioni comuni come raffreddore e influenza, gli antibiotici non servono:  la soluzione migliore è aspettare che l’infezione faccia il suo decorso naturale, usando solo rimedi per alleviare i sintomi.
Se il medico prescrive l’antibiotico, bisogna seguire alcune regole:
rispettare dosi e orari indicati; completare tutte le dosi anche se dopo un paio di giorni ci si sente meglio; contattare il medico se compaiono effetti indesiderati.
In ogni caso, non utilizzare mai antibiotici senza prima aver consultato il proprio medico di famiglia o pediatra di fiducia.

In tutta l’Emilia-Romagna sono in distribuzione 96.000 opuscoli negli ambulatori dei medici di famiglia rivolti ai cittadini, 20.000 opuscoli negli ambulatori dei pediatri specificatamente rivolti a mamme e papà, 6.300 locandine diffuse anche nelle sale di attesa e nelle sedi dei servizi delle Aziende Usl .
In particolare, per promuovere l’igiene delle mani tra i bambini sono state realizzate 20.000 locandine per le scuole dell’infanzia e per le scuole primarie, con il messaggio “Battimani a chi si lava le mani”.
Un video informativo viene diffuso in questi giorni sul canale youtube della Regione.

Leggi la campagna informativa della Regione Emilia Romagna.

Azioni sul documento
Strumenti personali