Tu sei qui: Home / Vaccinazioni Anti-Covid19. Conviventi e caregiver

Vaccinazioni Anti-Covid19. Conviventi e caregiver

pubblicato il 16/04/2021 09:30, ultima modifica 27/05/2021 12:33
Sono prenotabili esclusivamente agli sportelli CUP aziendali i conviventi e caregiver di alcune categorie di persone individuate come estremamente vulnerabili

CONVIVENTI DI ALCUNE CATEGORIE DI PAZIENTI ESTREMAMENTE VULNERABILI

Secondo le nuove direttive regionali, sono ammessi alla vaccinazione i conviventi delle seguenti categorie di pazienti:

  • in trattamento con farmaci biologici o terapie immunodepressive
  • con grave compromissione polmonare o marcata immunodeficienza
  • con immunodepressione secondaria a trattamento terapeutico
  • oncologici e onco-ematologici in trattamento con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi o a meno di 6 mesi dalla sospensione delle cure
  • in lista d’attesa o trapiantati di organo solido
  • pazienti in attesa o sottoposti a trapianto (sia autologo sia allogenico) di cellule staminali emopoietiche (CSE) dopo i 3 mesi e fino a un anno, quando viene generalmente sospesa la terapia immunosoppressiva
  • pazienti trapiantati di CSE anche dopo il primo anno, nel caso che abbiano sviluppato una malattia del trapianto contro l’ospite cronica, in terapia immunosoppressiva


Gli aventi diritto dovranno presentarsi allo sportello Cup dove potranno compilare la dichiarazione sostitutiva di atto notorio e procedere alla prenotazione solo se il nominativo del soggetto estremamente vulnerabile si trova nell’elenco fornito dalla Regione.

CONVIVENTI E CAREGIVER anche non conviventi DI DISABILI GRAVI

Sono inoltre ammessi alla vaccinazione i conviventi e i caregiver che forniscono assistenza continuativa in forma gratuita o a contratto ai disabili gravi (disabilità fisica, sensoriale, intellettiva, psichica) individuate ai sensi della legge 104/1992, art. 3 comma 3.

Anche in questo caso gli aventi diritto potranno rivolgersi ai CUP e sottoscrivere apposita documentazione per l’accesso alla prenotazione. 

Scarica qui la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà

GENITORI DI UNDER 16 ESTREMAMENTE VULNERABILI

I genitori/tutori o affidatari degli under 16 estremamente vulnerabili che per la loro età non hanno la possibilità di accedere alla vaccinazione riceveranno una lettera da parte dell’Azienda USL di Ferrara che li invita ad effettuare la prenotazione in luogo dei figli.

Il piano vaccinale assegna ai genitori o ai conviventi, se previsti per la condizione di vulnerabilità, la priorità di vaccinazione.

OPERAZIONE DI RECUPERO

Scatta un'operazione recupero nei confronti di tutti i cittadini che, pur potendo già vaccinarsi perché appartenenti a classi di età, professionali o di rischio per le quali la campagna è aperta, ancora non si sono fatti avanti per prendere appuntamento: potranno farlo direttamente dal proprio medico di medicina generale, telefonando per fissare la data della somministrazione, che appunto sarà in carico ai medici di base. Medici che, attraverso le anagrafiche a loro disposizione, potranno anche decidere di accelerare il percorso, contattando direttamente i propri pazienti non ancora vaccinati.

Azioni sul documento
Guardia medica turistica

direttori

 
Strumenti personali