Tu sei qui: Home / L'Azienda / Rete Ospedali / Ospedali / Ospedale SS. Annunziata / M.O. di Lungodegenza Post Acuzie Geriatrica Riabilitativa di Cento

M.O. di Lungodegenza Post Acuzie Geriatrica Riabilitativa di Cento

pubblicato il 22/10/2012 10:40, ultima modifica 25/03/2021 15:04

Ospedale SS. Annunziata

Via Vicini, 2 CENTO


+39 051 6838111

+39 051 6838296

Dott.ssa Candida Andreati

Elena Accorsi

Il Modulo Organizzativo fa parte della U.O. Lungodegenza Post Acuzie Geriatrica Riabilitativa (Direttore Dott.ssa Andreati Candida) con sede all'Ospedale del Delta

Dotazioni posti letto
Tot 28

  • 3  stanze singole con TV, bagno, e doccia in camera
  • 3 stanze triple con TV, bagno, e doccia in camera
  • 11 stanze doppie con TV, bagno, e doccia in camera

L'accesso al reparto da parte dei visitatori è soggetto a variazioni in base alla normativa regionale sulla pandemia Covid.

Non vengono rilasciate informazioni durante il giro visita del mattino e il colloquio telefonico con i medici è possibile dal lunedì al sabato dalle 12,30 alle 13.30


Coordinatrice Elena Accorsi previo appuntamento telefonico (l'accesso al reparto da parte di visitatori è soggetto a variazioni in base alla normativa regionale sulla pandemia Covid)


Antonio Dentale, Arturo Caffarelli, Giacomo Mantovani

 Prestazioni:
  • Attività assistenziale in degenza
  • Ambulatorio geriatrico
  • Centro Disturbi Cognitivi e Demenze (CDCD) di Bondeno, presso la Casa della Salute di Bondeno
  • Attività valutativa in equipe con la Centrale di Dimissione e Continuità Assistenziale

Aree di intervento: - malattie internistiche a lenta risoluzione, croniche e/o invalidanti in fase post-acuta - postumi di interventi di chirurgici con lenta stabilizzazione delle condizioni generali - riabilitazione estensiva dopo frattura di femore (modello ortogeriatrico), interventi di artroprotesi di anca e ginocchio in pazienti fragili, traumi e fratture richiedenti il trattamento in regime di degenza - malattie degenerative irreversibili ed oncologiche (cure palliative in attesa di Hospice) - malattie dementigene (psicogeriatria) - continuità assistenziale: l’educazione del caregiver o dei familiari, la prescrizione degli ausili necessari per la corretta gestione del paziente al domicilio, l’attivazione (attraverso la CDCA) dei servizi territoriali nei casi che richiedono supporto assistenziale al domicilio o inserimento in struttura residenziale

Non ci sono elementi in questa cartella.

Azioni sul documento
Strumenti personali