raffaella cocchieri

ultima modifica 02/04/2019 00:19


DIRIGENTE MEDICO MEDICINA INTERNA

Azienda Usl di Ferrara

Responsabile di M.O. (Struttura Semplice)

Responsabile MO LpA Ospedale di Comacchio Responsabile MO "Percorsi di Integrazione Ospedale-Territorio"Aziensa USL di Ferrara

Geriatria Ospedale del Delta

0533/723126-3455-3303

0533310802

r.cocchieri@ausl.fe.it

Laurea in Medicina e Chirurgia

Specializzazione in Chirurgia dell'Apparato Digerente ed Endoscopia Digestiva Chirurgica

Maturità scientifica Laurea in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi di Milano,con una tesi dal titolo:”I versamenti pleurici recidivanti:implicazioni chirurgiche” riportando la votazione di 110/110 e lode. Specializzazione in Chirurgia dell'Apparato Digerente ed Endoscopia Digestiva Chirurgica presso l'Università degli Studi di Milano,con una tesi dal titolo:”L'esofago di Barret:approccio chirurgico”,riportando la votazione di 70/70. Medico fiscale e medico scolastico presso alcune A.U.S.L.milanesi ed assistente medico presso la Casa di Cura San Pio X di Milano. Presso la Scuola per Infermieri Professionali “Gerosa e Capitanio”annessa alla Casa di Cura “Capitanio” di Milano,è stata docente di Patologia Generale,Patologia Speciale Medica,Geriatria,Dietologia e Dietoterapia,dal momento del conseguimento della laurea fino al trasferimento delle summenzionate scuole all'Università;ha impartito l'insegnamento delle medesime discipline anche presso la Scuola per Infermieri Professionali della Casa di Cura di Cesano Boscone. Dal 09 Novembre 1989 all'1-07-1990 è stata assistente medico alle degenze con incarico a tempo definito, presso il Pio Albergo Trivulzio di Milano-Disciplina di Medicina Interna;presso lo stesso ente ha rivestito i seguenti incarichi: dal 02-07-1990 al 17-09-1990 assistente medico alle degenze supplente a tempo definito-Disciplina di Medicina Interna;dal 18-09-1990 al 31-12-1994 assistente medico alle degenze a tempo indeterminato-Disciplina di Medicina Interna;dall'01-01-1995 al 30-06-2001 dirigente medico di 1° livello a tempo indeterminato con rapporto di lavoro a tempo pieno-Disciplina di Medicina Interna . Dall'01-03-1993 al 31-08-1993 è stata assistente medico di Epidemiologia e Sanità Pubblica, presso l'Ufficio di Igiene e Sanità Pubblica dell'USSL di Rozzano (Mi). Dall'01-11-1995 al 30-01-1996 è stata assistente medico-Disciplina di Medicina Interna,presso l'USSL di Ferrara,prestando servizio negli stabilimenti ospedalieri di Copparo e Portomaggiore. Dall'01-05-2000 al 31-12-2000 ha usufruito di un'aspettativa senza retribuzione per trasferimento presso l'Azienda USL di Ferrara-Disciplina di Medicina Interna,mentre, dall'01-01-2001 ha usufruito di un'aspettativa senza retribuzione a seguito di nomina presso l'Azienda USL di Ferrara,in quanto vincitrice di pubblico concorso. Dal giorno 01-05-2000 al giorno 17-08-2000,è stata Dirigente Medico di 1° livello,con rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato,presso l'Azienda USL di Ferrara-Disciplina di Medicina Interna. Dal 18-12-2000 è Dirigente Medico di 1° livello,a tempo indeterminato, presso l'Azienda USL di Ferrara-Disciplina di Medicina Interna mentre,dal 18-06-2004 riverste l'incarico dirigenziale di responsabile del Modulo Organizzativo di Lungodegenza Post acuzie Geriatrica Delta Comacchio del Dipartimento di Medicina E' membro del Progetto Funzionale Interaziendale di Geriatria delle Aziende Sanitarie di Ferrara. Si allega alla presente,il proprio fascicolo formativo rigurdante il periodo 2002-2011

Inglese, Francese

Esperto

Scolastico

Diagnostica ecografica del sistema vascolare Conoscenze informatiche di base

2002: -PRINCIPALI ARGOMENTI DI MEDICINA INTERNA -NODI DECISIONALI NELLO SCOMPENSO CARDIACO:DALLE LINEE GUIDA ALLA PRATICA -SOGGETTO ANZIANO FRAGILE, FISIOPATOLOGIA,RILEVANZA CLINICA, PROSPETTIVE TERAPEUTICHE -LE SINDROMI CORONARICHE ACUTE: ASPETTI CONTROVERSI -MEDICINA INTERNA: LINEE GUIDA, EVIDENCE BASED MEDICINE, BUONSENSO 2003: -IL SISTEMA DI VALUTAZIONE DELL'AZIENDA USL DI FERRARA: METODOLOGIA, OBIETTIVI E ASPETTI APPLICATIVI -CORSO DI BASE S.I.N.P.E SULLA NUTRIZIONE ARTIFICIALE -FARMACI ANTINFETTIVI : IMPIEGO RAZIONALE ED ATTUALI ORIENTAMENTI TERAPEUTICI NELLE PRINCIPALI PATOLOGIE, CON RIFERIMENTO ANCHE ALLE PATOLOGIE EMERGENTI -RISK MANAGEMENT, GOVERNO CLINICO E RESPONSABILITÀ PROFESSIONALE -8° CONGRESSO NAZIONALE FADOI -SESSIONE DEL 16-5-2003 -8° CONGRESSO NAZIONALE FADOI - SESSIONE DEL 17-5-2003 -8° CONGRESSO NAZIONALE FADOI -1^ SESSIONE -EPATITI VIRALI CRONICHE: STATO DELL'ARTE -WORKSHOP FEBBRE DI ORIGINE SCONOSCIUTA 2004: -LA VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE PROFESSIONALI DEI DIRIGENTI -BLSD PROVIDER -CARDIOPATIA ISCHEMICA: PROBLEMI E CONTROVERSIE -CONTROVERSIE IN ARITMOLOGIA CLINICA GIORNATE ARITMOLOGICHE CENTESI -LA COMPLESSITÀ IN MEDICINA: IL PAZIENTE CRITICO -V CONGRESSO NAZIONALE ARCA - MODULO I -V CONGRESSO NAZIONALE ARCA - MODULO II 2005: -L'AZIENDA USL DI FERRARA E LA PRIVACY -6° CONGRESSO NAZIONALE ARCA -CONGRESSO NAZIONALE ARCA -A.C.L.S. PROVIDER -CONGRESSO ICTUS E ALTERAZIONI COGNITIVE -SINDROME METABOLICA: IL PIU' DIFFUSO FATTORE DI RISCHIO CARDIOVASCOLARE NEL MONDO OCCIDENTALE 2006: -SPERIMENTAZIONE NUOVA CARTELLA CLINICA IN LPA -LA CARTELLA CLINICA E IL CONSENSO -CONTENZIONE FISICA E FARMACOLOGICA -GIORNATE INTERNAZIONALI DI AGGIORNAMENTO IN EPATOLOGIA - 7° EDIZIONE:SINDROME METABOLICA ED EPATITI VIRALI -ORTOGERIATRIA: ESPERIENZE A CONFRONTO - -PREVENZIONE DEGLI EVENTI CARDIACI MAGGIORI NEI PAZIENTI AD ALTO RISCHIO CARDIOVASCOLARE CON PARTICOLARE ATTENZIONE AL PAZIENTE NEFROPATICO -PROBLEMATICHE EMERGENTI NEL PAZIENTE ISTITUZIONALIZZATO 2007: -INFEZIONI OSPEDALIERE E GESTIONE DEL RISCHIO - -GESTIONE DEL RISCHIO E DEL CONTENZIOSO - -LE INFEZIONI NEL PAZIENTE EMATOLOGICO IMMUNODEPRESSO -LE ANEMIE NEL PAZIENTE INTERNISTICO -8° CONGRESSO NAZIONALE A.R.C.A. 12/09/2007 -8° CONGRESSO NAZIONALE A.R.C.A. 14/09/2007 -8° CONGRESSO NAZIONALE A.R.C.A. 15/09/2007 -CORSO AVANZATO DI EPATOLOGIA E CANCRO DEL COLON-RETTO -DALLA PLACCA VULNERABILE ALLA SINDROME CORONARICA ACUTA -GIORNATE INTERNAZIONALI DI AGGIORNAMENTO IN EPATOLOGIA 8° EDIZIONE:GESTIONE DEI PAZIENTI DIFFICILI IN GASTROENTEROLOGIA -SCREENING DEL CANCRO DEL COLON-RETTO: L' ESPERIENZA DEL PRIMO BIENNIO DI PREVENZIONE NELLA PROVINCIA DI FERRARA -XXVI CONVEGNO ESPERIENZE CLINICHE SEZIONE SIMI EMILIA ROMAGNA MARCHE 2008: -INCIDENT REPORTING E AUDIT -APPROPRIATEZZA ED INTEGRAZIONE NELLA GESTIONE DEL PAZIENTE CON INSUFFICIENZA RESPIRATORIA CRONICA ESPERIENZE CLINICHE IN MEDICINA INTERNA -LOTTA ALLA SEPSI -III CORSO DI AGGIORNAMENTO ATTUALITÀ NELLE MALATTIE INFIAMMATORIE CRONICHE DELL'INTESTINO -NUOVE ACQUISIZIONI IN TEMA DI PREVENZIONE DEGLI EVENTI CARDIOVASCOLARI: LO STUDIO ONTARGET 2009: -OSSIGENOTERAPIA E GESTIONE CPAP -BRASS -LA GESTIONE AMBIENTALE -ELABORAZIONE E CONDIVISIONE DI DOCUMENTI E ISTRUZIONI OPERATIVE IN LUNGODEGENZA -OMOGENEIZZARE L'UTILIZZO DEGLI STRUMENTI NELLA FILOSOFIA DELLA PRESA IN CARICO E DELLA CONTINUITÀ ASSISTENZIALE -REVISIONE, ELABORAZIONE, CONDIVISIONE DI ISTRUZIONI OPERATIVE E DOCUMENTI DI SINGOLO MODULO ORGANIZZATIVO IN LUNGODEGENZA 2010: -PARLARE IN PUBBLICO -FORMAZIONE MANAGERIALE: LEADERSHIP E MOTIVAZIONE -AGGIORNAMENTI IN TEMA DI CONSENSO INFORMATO E GESTIONE DELLA DOCUMENTAZIONE SANITARIA -LA GESTIONE DELLE CADUTE ACCIDENTALI -FARMACOVIGILANZA, DISPOSITIVO VIGILANZA: IL RUOLO DELL’OPERATORE SANITARIO. -NUOVE FRONTIERE NELL'USO QUOTIDIANO DEI PRESIDI VENOSI CENTRALI -INCIDENT REPORTING: UN'OCCASIONE VERSO IL MIGLIORAMENTO -LA RELAZIONE DI CURA CON IL PAZIENTE E I FAMILIARI NEI REPARTI DI GERIATRIA E LUNGODEGENZA 2011: -L'INCONTINENZA URINARIA -CORSO DI FORMAZIONE AZIENDALE PER AGENTI ACCERTATORI DELL' AUSL DI FERRARA -IDEAZIONE E REVISIONE DI DOCUMENTI,PROCEDURE E PROTOCOLLI DI UNITA' OPERATIVA -MIGLIORAMENTO DELLA RELAZIONE E DELL’ASSISTENZA VERSO IL PAZIENTE CON DISTURBI COGNITIVI -LA DISFAGIA E LA NUTRIZIONE NEL PAZIENTE CON ESITI DI STROKE 2012 -LA GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO: REPORT 2011 E ANALISI DEI DATI -LABORATORIO FORMATIVO DI MEDICINA NARRATIVA: -LA COMUNICAZIONE DI CATTIVE NOTIZIE NEL RAPPORTO MEDICO- PAZIENTE -COME MONITORARE IL DOLORE NEGLI UTENTI OSPEDALIZZATI IN AREA MEDICA -VALUTAZIONE E TRATTAMENTO DEL PAZIENTE DISFAGICO A RISCHIO MALNUTRIZIONE -ELABORAZIONE E REVISIONE DI DOCUMENTI,PROCEDURE E PROTOCOLLI DI UNITA' OPERATIVA -SCHEDA DI DIMISSIONE OSPEDALIERA 2013: -LA CORRETTA GESTIONE DEI DRENAGGI TORACICI -PROGRAMMA RISCHIO CLINICO ANNO 2013: -MEETING REFERENTI RISCHIO -SORVEGLIANZA E CONTROLLO DEGLI ENTEROBATTERI PRODUTTORI DI CARBAPENEMASI NELLE STRUTTURE OSPEDALIERE DELL'AZIENDA USL DI FERRARA -SAVE LIFES: CLEAN YOUR HANDS. LA PREVENZIONE DEL RISCHIO INFETTIVO E LE RACCOMANDAZIONI PER LE MISURE DI ISOLAMENTO -DIVERSITY MANAGEMENT: LA NUOVA SFIDA DELLA GESTIONE DEL PERSONALE -LE NUOVE PROSPETTIVE DELLA FARMACOVIGILANZA E DELLA DISPOSITIVO-VIGILANZA IN OSPEDALE -LA SOSTENIBILITA' AMBIENTALE -GESTIONE DELLA CONTENZIONE -APPROCCIO NEFROLOGICO AL PAZIENTE CARDIOPATICO ED APPROCCIO CARDIOLOGICO AL PAZIENTE NEFROPATICO: MODALITA' PER UNA CORRETTA PRESA IN CARICO DEL PAZIENTE -REVISIONE E IDEAZIONE DI DOCUMENTI DI MODULO DI UNITA' OPERATIVA -L'ECG: CONOSCENZE DI BASE ED UTILIZZO APPROPRIATO -LA GESTIONE DEL RISCHIO BIOLOGICO IN AMBITO SANITARIO 2014: -PROGETTO FORMATIVO A SUPPORTO DELLA RIORGANIZZAZIONE OSPEDALIERA SECONDO IL MODELLO PER INTENSITA' DI CURA: COSA CAMBIA PER I PROFESSIONISTI DELLA SALUTE – IL MODELLO ORGANIZZATIVO -LA RIORGANIZZAZIONE OSPEDALIERA SECONDO IL MODELLO PER INTENSITA' DI CURA: COSA CAMBIA PER I PROFESSIONISTI DELLA SALUTE – IL PERCORSO AZIENDALE. LA SPERIMENTAZIONE IN RER -GESTIONE DEGLI EVENTI ETERO-AGGRESSIVI A DANNO DEGLI OPERATORI SANITARI -IL PANORAMA AZIENDALE DEGLI ISOLAMENTI E DELLE RESISTENZE -IL NUOVO NODO DELLA RETE DELLE CURE PRIMARIE: L'OSPEDALE DI COMUNITA' OSCO -PROGETTO FORMATIVO A SUPPORTO DELLA RIORGANIZZAZIONE OSPEDALIERA SECONDO IL MODELLO PER INTENSITA' DI CURA - FOLLOW UP -REVISIONE DEL PERCORSO CLINICO E ASSISTENZIALE "DIAGNOSI, TRATTAMENTO E PREVENZIONE TEV NEI PAZIENTI DEGENTI IN AREA MEDICA E NEI PAZIENTI AFFETTI DA NEOPLASIA MALIGNA SOLIDA" -LA RIORGANIZZAZIONE DELLA LUNGODEGENZA DI COMACCHIO: ASPETTI CLINICI ASSISTENZIALI E DI GOVERNO DELLA SICUREZZA - INTRODUZIONE A PROMETEO PER L'APPROPRIATEZZA IN DIAGNOSTICA DI LABORATORIO -CASI CLINICI DIFFICILI IN PATOLOGIA INFETTIVA -LA TERAPIA MULTIFATTORIALE NEL DETERIORAMENTO COGNITIVO DELL'ANZIANO: QUALI EVIDENZE? 2015: -RINNOVATI MODELLI DI PRESA IN CARICO NELL'ORGANIZZAZIONE PER INTENSITA' DI CURA:ESPERIENZE DI REINGEGNERIZZAZIONE DELLA VISITA A LETTO DEL PAZIENTE – ROUND INTERPROFESSIONALE ESPERIENZE E CONFRONTO -PROGETTO SICHER: IL MIGLIORAMENTO CONTINUO -DIAGNOSTICA DI LABORATORIO E GOVERNANCE MULTIDISCIPLINARE DEI POCT: DALLA TEORIAALLA PRATICA -VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE INDIVIDUALE ANNUALE DEL PERSONALE DIRIGENTE DELL'AUSL DI FERRARA -RETE DELLE CURE PALLIATIVE E SIMULTANEOUS CARE -VENTILOTERAPIA NON INVASIVA -IL PERCORSO NUTRIZIONALE NELLA MALATTIA RENALE 2016: -RISCHIO INFETTIVO:IL RUOLO DEL REFERENTE DI UNITA' OPERATIVA NELLA PREVENZIONE DELLE INFEZIONI CORRELATE ALL'ASSISTENZA E ALL’ USO RESPONSABILE DEGLI ANTIBIOTICI. -IMPLEMENTAZIONE DEL SOFTWARE NBS:CARTELLA CLINICA INFORMATIZZATA PRESSO L'OSPEDALE DEL DELTA -CITTADELLA S. ROCCO 1 ANNO DOPO. -INTEGRAZIONE SOCIO-SANITARIA: DALLA CASA DELLA SALUTE ALLA CASA DELLA COMUNITA' -LGBTQI OLTRE GLI STEREOTIPI DI GENERE-VERSO NUOVE RELAZIONI DI DIAGNOSI E CURA -VALORIZZAZIONE DEI PROFESSIONISTI E VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI -INTRODUZIONE AL PERCORSO DI VALUTAZIONE PER LA VALORIZZAZIONE DEI PROFESSIONISTI -LA GESTIONE DEL DOLORE NEL PAZIENTE CRONICO E NEL PAZIENTE ONCOLOGICO -RINOFORUM -FAD:LINEE DI INDIRIZZO REGIONALE SULLE CADUTE IN OSPEDALE -MEDICAL HUMANITIES E MEDICINA NARRATIVA -COME MIGLIORARE LA COMUNICAZIONE FRA PROFESSIONISTI:LA METODOLOGIA SBAR -BENEDETTO,MALEDETTO LAVORO.AFFRONTARE LE CAUSE DELLO STRESS PER LAVORARE CON PIACERE -CONNESSIONI DI SALUTE:ATTIVIAMO LA CDCA NEL NOSTRO DISTRETTO -CONNESSIONI DI SALUTE:CDCA -CENTRALE DI DIMISSIONI E CONTINUITà ASSISTENZIALE -IL CODICE DI COMPORTAMENTO DELL'AZIENDA USL DI FERRARA.I PRINCIPI E LE RESPONSABILITA' -LA GESTIONE MULTIDISCIPLINARE DEL RISCHIO CADUTA -LA TERAPIA DEL TROMOEMBOLISMO VENOSO -PROGETTO FAD:RESPIRARE -IL RISCHIO INFETTIVO:IL RUOLO DEL REFERENTE DELL'UO NELLA PREVENZIONE DELLE INFEZIONI CORRELATE ALL'ASSISTENZA ED ALL'USO RESPONSABILE DEGLI ANTIBIOTICI -IMPLEMENTAZIONE DEL SOFTWERE NBS CARTELLA CLINICA INFORMATIZZATA PRESSO L'OSPEDALE DEL DELTA -CONNESSIONI DI SALUTE:CONTINUITA NELLE CDCA NEI DISTRETTI CENTRO NORD ,OVEST E SUD-EST DI FERRARA -ECG di base:corretta preparazione,esecuzione ed interpretazione del tracciato

Determina n. 579 del 23.06.2016

Azioni sul documento
Strumenti personali