Scelta e revoca del pediatra

pubblicato il 13/09/2013 17:20, ultima modifica 02/07/2014 11:49

SCELTA DEL PEDIATRA

Dove rivolgersi

Il legale rappresentante o persona formalmente delegata può scegliere o cambiare il pediatra di fiducia per un minore residente nella provincia di Ferrara presso un punto qualsiasi dello sportello unico distrettuale.

Modalità

Per un nuovo nato  presenta il certificato di nascita del minore o autocertifica l’evento.
La prima scelta, se la richiesta è effettuata entro i primi tre mesi,  decorre dalla nascita.
Per la   richiesta di cambio medico consegna  la tessera cartacea della precedente iscrizione .

Se la scelta NON E' EFFETTUATA DAL GENITORE DEL MINORE E' NECESSARIO ESIBIRE L'ATTO DI DELEGA utilizzando il documento di delega riportato a fondo pagina.

La scelta del PLS è effettua per i minori in età compresa tra 0 e 14 anni ed è obbligatoria per i bambini  tra 0 e 6 anni. I bambini da 6 a 14 anni possono indifferentemente essere iscritti ad un pediatra o ad un medico di famiglia.

Al compimento del 14° anno il pediatra è revocato d’ufficio; è comunque possibile, per situazioni particolari e    sentito il parere del Comitato Aziendale PLS, mantenere il pediatra fino al  16° anno.

La scelta ha validità annuale, salvo revoca nel corso dell’anno, ed è tacitamente rinnovata.

Come per il medico di medicina generale anche la scelta del pediatra è condizionata da regole riguardanti la residenza ed il massimale.

 

Rispetto alla residenza:
- se  il pediatra scelto ha l’ambulatorio in un comune dello stesso distretto dell’AUSL, ma diverso da quello di residenza del minore, è necessario presentare il benestare del medico;
- se il pediatra scelto ha l’ambulatorio in un distretto ausl diverso da quello di residenza del minore oppure è iscritto negli elenchi di un’altra AUSL, è necessario presentare richiesta di scelta in deroga territoriale che, unitamente al benestare del medico è sottoposta al parere del Comitato aziendale PLS.
- il trasferimento di residenza fuori della provincia comporta la revoca d’ufficio del medico; nel caso di trasferimento  in un comune limitrofo di un’altra ausl della regione Emilia Romagna è comunque possibile mantenere il pediatra  su richiesta scritta alla ausl di iscrizione del pediatra, allegando il benestare del medico  e la comunicazione di avvio del procedimento di iscrizione anagrafica o autocertificando la nuova residenza.
Il pediatra non è revocato per  il trasferimento di residenza  in un comune diverso nel  territorio dell’AUSL.

 

Rispetto al massimale:
Il pediatra iscritto negli elenchi dell’azienda usl può acquisire un numero massimo di scelte pari a 800 unità o numero inferiore se il medico ha autolimitato  il proprio massimale. Il pediatra non autolimitato può acquisire ulteriori scelte fino a 1000, ma limitatamente a: 
- nuovo nato,
- assistito con tessera a scadenza,
- assistito a tempo indeterminato solo se è 1° scelta (se tutti i pediatri dello stesso ambito territoriale hanno raggiunto gli 800 iscritti non si applica la limitazione).

Possono essere riconosciute scelte in deroga sino al 10% del massimale al pediatra autolimitato  per nuovi nati.  
Non è prevista alcuna limitazione alla ricongiunzione familiare di  fratelli e sorelle nuovi nati.

Mantenimento del pediatra fino al compimento del 16° anno .

I minori con esenzione riconosciuta x patologia cronica o condizione di handicap ed  i minori che necessitano di interventi sanitari complessi possono mantenere il pediatra fino al compimento del 16° anno.

La  domanda  in deroga,  corredata del benestare del medico e della certificazione di esenzione oppure del  certificato di un  Centro Specialistico Pubblico per minori in condizione di disagio psico-sociale è inoltrata al  Comitato Aziendale PLS  che si esprime nel merito.  

Azioni sul documento
Strumenti personali