Tu sei qui: Home / L'Azienda / Dipartimenti / Dipartimento Cure Primarie Aziendale / U.O. Servizi amministrativi distrettuali / Anagrafe / Stranieri non in regola con il permesso di soggiorno (STP)

Stranieri non in regola con il permesso di soggiorno (STP)

pubblicato il 16/12/2014 11:54, ultima modifica 16/12/2014 11:54

Lo straniero non è in regola con il permesso di soggiorno non è iscrivibile al SSN fatta eccezione per i bambini da 0 a 14 anni figli di immigrati non regolarmente soggiornanti, presenti sul territorio regionali,  per i quali la RER  con circolare 2/2014 ha riconosciuto il diritto alla scelta del pediatra con rilascio della tessera sanitaria che riporta sia il nome del medico che il codice STP .
Allo straniero non iscrivibile al SSN la legge prevede che siano comunque garantite:
• le cure ambulatoriali ed ospedaliere urgenti  (cure che non possono essere posticipate senza causare pericolo per la vita o danno per la salute della persona) o comunque essenziali (cure sanitarie, esami e terapie per malattie non pericolose nell’immediato e nel breve termine, ma che potrebbero causare un danno maggiore alla salute  o rischi per la vita) per malattia e infortunio. La legge inoltre affermato il principio della continuità delle cure urgenti ed essenziali, nel senso di assicurare all’infermo il ciclo terapeutico e riabilitativo completo riguardo alla possbile risoluzone dell’evento morboso
• Interventi di medicina preventiva e prestazioni di cura ad essi correlati a salvaguardia della salute individuale e collettiva e precisamente:
-  Tutela sociale della gravidanza e della maternità
-  Tutela della salute del minore
-  Vaccinazioni
-  Profilassi internazionale
-  Profilassi, diagnosi e cura delle malattie infettive
-  Tutela della salute mentale secondo quanto previsto dalla Legge n.180/1978
Nel caso lo straniero non in regola con il permesso di soggiorno manifesti un problema di salute può rivolgersi al medico di medicina generale o al Pronto Soccorso per una visita. In questa occasione,  verrà rilasciata all'utente una certificazione che dichiara il bisogno di cure urgenti o essenziali.
Con questa certificazione o documentando la prestazione sanitaria ricevuto  l'utente dovrà rivolgersi allo Sportello Unico Distrettuale per il rilascio della tessera con  codice STP.
Il codice STP è valido al massimo per sei mesi a partire dal giorno della prima prestazione sanitaria ricevuta .
E’ comunque  possibile ottenere il rinnovo del codice STP nel caso siano state erogate prestazioni sanitarie (da documentare),  oppure tramite una nuova prescrizione medica dopo la scadenza dell' STP
Gli stranieri indigenti (ovvero privi di risorse economiche e mezzi di sostentamento necessari per la vita quotidiana) dovranno dichiararlo presso gli Sportelli dell’Azienda USL e compilare l’apposito modulo al momento del rilascio del codice STP.
Lo straniero che ha rilasciato la dichiarazione di indigenza può usufruire delle prestazioni sanitarie con pagamento del ticket, se previsto,   analogamente al cittadino italiano. Nel caso non venga rilasciata la dichiarazione d’indigenza le prestazioni sanitarie sono erogate a prezzo intero.

Azioni sul documento
Strumenti personali