Tu sei qui: Home / Home Page / News / Archivio News / Nuova donazione dalla famiglia Gallerani in favore dell'ospedale di Cento

Nuova donazione dalla famiglia Gallerani in favore dell'ospedale di Cento

archiviato sotto:
pubblicato il 10/03/2015 13:13, ultima modifica 10/03/2015 13:14
Donato un nuovo sistema di monitoraggio Emodinamico non invasivo per la terapia intensiva multidisciplinare della struttura centese

L’Azienda USL di Ferrara ha voluto ringraziare pubblicamente la famiglia Gallerani per la nuova donazione, elargita questa volta in favore della terapia Intensiva multidisciplinare del SS.Ma Annunziata. Si tratta di un nuovo  software che inserito nei monitor già in uso dalla terapia intensiva permette di mantenere un monitoraggio emodinamico non invasivo, valido a qualsiasi livello di intensità di cura.

Con questo nuovo software è possibile effettuare la misurazione della gittata cardiaca con una nuova tecnologia in modo continuo e complementare non invasivo per il paziente. Inoltre con la nuova strumentazione sarà possibile effettuare da parte dei sanitari una analisi grafica di specifici parametri con la possibilità di avere una immediata valutazione dell’efficacia dei trattamenti terapeutici intrapresi.

“E’ con sincera gratitudine – afferma Silvano Nola, direttore del dipartimento assistenza ospedaliera dell’Azienda  USL di Ferrara aprendo l’incontro – che oggi ci rivolgiamo alla famiglia Gallerani che grazie alla loro donazione contribuiscono all’acquisto di nuove tecnologie per servizi molto complessi come sono le terapie intensive. Settori della sanità in cui la tecnologia deve essere sempre all’avanguardia, ma  purtroppo è anche  molto costosa e non sempre le Aziende sanitarie sono in grado di stare al passo con i cambiamenti. Grazie alla donazione dei coniugi Gallerani i professionisti dell’Ospedale di Cento sono ora in grado di avere una strumentazione che permetterà loro di rispondere ancor meglio alle necessità di cura dei pazienti".
Il dott. Nola ha voluto poi portare i ringraziamenti del nuovo direttore generale dell’Azienda USL, Paola Bardasi, ma anche un sentito ringraziamento che proviene dagli stessi professionisti dell’Ospedale di Cento. La famiglia Gallerani è un esempio per tutti noi per la grande attenzione e sensibilità che nel corso di questi anni hanno avuto per la comunità locale a cui appartengono. L’ospedale di cento è infatti della comunità e le donazioni sono a favore della stessa comunità.

Al direttore U.O. Anestesia e Rianimazione Marina Malagodi il compito di presentare la nuova strumentazione e le potenzialità che ora hanno a disposizione i medici della terapia intensiva multidisciplinare del SS. Annunziata. “Una strumentazione che permette una ulteriore attenta valutazione dei parametri vitali del paziente, in questo modo il professionista può affrontare la valutazione di una diagnosi in maniera più veloce e sicura. Grazie alle donazioni della famiglia Gallerani,  possiamo essere allo stesso livello delle altre strutture. E’ quanto mi sento dire dai colleghi ogni volta che ci si approcciano al paziente critico avendo l’opportunità di utilizzare strumentazioni di ultima generazione. L’ennesimo regalo da parte dei coniugi Vincenzo ed Elsa, che conferma la loro crescente sensibilità rispetto alla popolazione centese ed all’Ospedale. Un impegno che nel corso di questi anni hanno mantenuto e  rispettato con grande forza in memoria del  figlio Gianfranco deceduto a causa di una grave malattia”.

Azioni sul documento
archiviato sotto:
Strumenti personali