Tu sei qui: Home / Home Page / News / Archivio News / 2014 / Ospedale del Delta: il punto di vista dei Direttori dei Dipartimenti Ospedalieri

Ospedale del Delta: il punto di vista dei Direttori dei Dipartimenti Ospedalieri

pubblicato il 07/02/2014 16:45, ultima modifica 07/02/2014 16:45
la nuova organizzazione che si sta delineando per il Delta si basa su un modello che ha come fondamento l'integrazione delle professionalità e l'attenzione al paziente multiproblematico.

A seguito dei diversi articoli apparsi sulla stampa locale in questi ultimi 2  giorni, i direttori dei dipartimenti ospedalieri dell’Ospedale del Delta, Giorgio Benea, per il dipartimento di radiologia ed interventistica, Alberto Pulga per il dipartimento chirurgico, Erminio Righini per il dipartimento di Emergenza, Dario Pelizzola, per il dipartimento medico e Giuliano Guerzoni per l’Ostetricia e Ginecologia, ritengono indispensabile portare il loro contributo ed il loro punto di vista.

 “Con l’incontro che si è tenuto ieri 6 febbraio, all’Ospedale del Delta, si sono presentate le basi di riorganizzazione delle attività assistenziali specialistiche che afferiscono all’ambito chirurgico (chirurgia generale, ortopedia, urologia e ginecologia), medico (medicina interna, ematologia, cardiologia, neurologia, lungodegenza e riabilitazione) e materno infantile (punto nascita e pediatria-neonatologia), secondo il modello per intensità di cura, che vede inoltre il ruolo indispensabile dei servizi di diagnostica di radiologia e di laboratorio a loro supporto.

Modello innovativo che vuole superare quelli ormai obsoleti basati sull’organizzazione dell’assistenza del malato suddivisa per singoli reparti, senza una presa in carico globale di tutte le problematiche di un paziente complesso, che  coprono la quasi totalità dei ricoveri che accedono oggi alle strutture ospedaliere.

Numerosa la presenza dei colleghi professionisti dell’area medica, infermieristica e tecnica delle diverse specialità ospedaliere che, a nostro parere, con grande responsabilità hanno riconosciuto l’importanza dell’incontro, dimostrando notevole interesse, consci che le innovazioni nel campo della sanità sono repentine, ma anche consapevoli che la riorganizzazione spetta agli stessi professionisti, che sono il vero e solo motore del cambiamento. E’ quanto infatti il direttore generale, Paolo Saltari, ha ribadito in occasione dell’incontro. Nella giornata di ieri sono state presentate le fondamenta, le progettualità di massima, sulle quali ciascuna specialità, attraverso i professionisti,  dovrà predisporre un piano organizzativo; siamo convinti che il fulcro del cambiamento è il coinvolgimento degli stessi operatori.

A differenza di quanto riportato dai giornali, la nuova organizzazione non è un “accorpamento” di reparti e specialità, bensì vuole mettere in pratica un progettualità che andrà a potenziare tutte le singole specificità sopra menzionate aumentando, in modo sinergico,  il loro grado di efficienza e di efficacia con un modello che ha come fondamento l’integrazione delle professionalità e l’attenzione al paziente multiproblematico. La complessità del nostro tempo si supera solo con l’integrazione delle conoscenze.

Si  ribadisce, quindi, come già evidenziato in altre occasioni, che il nostro Ospedale del Delta non ha subito  alcuna riduzione di posti letto; continuerà ad avere specialità uniche in provincia come l’ematologia e la neurologia, che saranno punti di riferimento importanti insieme ovviamente all’HUB di Cona. Così come la riorganizzazione della radiologia non mette in discussione la guardia radiologica, che continua a svolgere la sua attività H24. 

Inoltre per quanto riguarda la notizia di una messa in discussione dell’U.O. di Ostetricia  e Ginecologia a seguito della riorganizzazione dell’assistenza pediatrica che avrebbe portato a una riduzione del numero di parti per  una migrazione verso l’ospedale di Cona, si evidenzia che ciò è del tutto fuorviante in quanto  negli ultimi tre anni si è registrato un generalizzato calo delle nascite che ha coinvolto tutti i punti nascita della nostra provincia, Cona compresa, e di tutta la Regione Emilia Romagna. 

Per ultimo, si ribadisce che non è mai venuta a mancare all’Ospedale del Delta l’assistenza pediatrica attraverso la reperibilità continuativa di specialisti pediatri-neonatologi provenienti da tutte le sedi provinciali. Come già annunciato, sarà attivata prossimamente la guardia H24 in  collaborazione con l’Azienda Ospedaliero Universitaria.

Tutto quanto sopra riportato, per una corretta informazione ai cittadini che continuano ad usufruire del nostro ospedale e che meritano come sempre attenzione e buona assistenza”.

 I Direttori

Giorgio Benea, Alberto Pulga, Erminio Righini, Dario Pelizzola,  Giuliano Guerzoni.

Azioni sul documento
Strumenti personali