Tu sei qui: Home / Home Page / News / Archivio News / 2014 / La dematerializzazione documentale nella Pubblica Amministrazione: in viaggio verso il digitale

La dematerializzazione documentale nella Pubblica Amministrazione: in viaggio verso il digitale

pubblicato il 21/03/2014 14:19, ultima modifica 21/03/2014 14:20
Prosegue l’impegno dell’AUSL Ferrara sulla dematerializzazione dei documenti, tema di stringente attualità al centro dell’azione di riforma della Pubblica Amministrazione da ormai da diversi anni

Il seminario promosso - dall’Azienda sanitaria ferrarese che si è tenuto giovedì 20 marzo 2014 nel Salone d’Onore di Palazzo Bonacossi di Ferrara - ha rappresentato un segnale di profonda attenzione verso una migliore qualità dei servizi da fornire al cittadino, anche al fine di promuovere le politiche della trasparenza. L’evento è stato, infatti, occasione di confronto sulle esperienze degli Enti invitati che hanno, ciascuno con le proprie specificità, portato un proficuo contributo al dibattito su tematiche al centro dell’attualità.

“La dematerializzazione favorisce il processo di trasparenza”, è questo il principio che ha guidato l’ASL nell’organizzazione della giornata, lo ha affermato in apertura lavori Paola Bardasi, Direttore Amministrativo Azienda USL Ferrara.
La piena riuscita del processo di dematerializzazione è garantita dall’applicazione diffusa e sistematica di tutti quegli strumenti disponibili a garantire l’autenticità dei documenti e all’adozione di sistemi di classificazione univoci e dettagliati che includano procedure per la conservazione e la selezione dei documenti.

Preziosi gli interventi di tutti i relatori intervenuti, moderati dal Dirigente Amministrativo dell’Azienda USL Ferrara, Alberto Fabbri: Stefano Vitali - soprintendente SAER (Soprintendenza archivistica per l'Emilia-Romagna), sul tema “I nodi archivistici dei processi di digitalizzazione nella Pubblica Amministrazione”; Anna Darchini - dirigente Regione Emilia-Romagna, che ha illustrato la progettualità della nostra Regione in materia di  dematerializzazione amministrativa e sanitaria; Marinella Cavallari - direttore INPS di Ferrara, che ha portato l’esperienza dell’Ente sui processi di telematizzazione nei rapporti tra Pubblica Amministrazione e cittadini; Giampiero Romanzi - funzionario SAER, che ha approfondito le tematiche del protocollo al centro delle nuove politiche digitali, Marco Chiari – Direttore Amministrativo Azienda USL di Modena e Gian Carla Pedrazzi - Direttore U.O. Affari Generali e Legali Azienda USL di Bologna, che hanno illustrato le esperienze delle aziende sanitarie da loro rappresentate in materia di dematerializzazione documentale.

Azioni sul documento
Strumenti personali