Tu sei qui: Home / Home Page / News / Archivio News / 2014 / I tanti primati del Servizio sanitario regionale secondo il Sole 24 Ore

I tanti primati del Servizio sanitario regionale secondo il Sole 24 Ore

pubblicato il 20/11/2014 16:18, ultima modifica 20/11/2014 16:18
Per il Sole 24 Ore Sanità il sistema di cure dell'Emilia-Romagna è "il fiore all'occhiello e al top in Italia" con "performance record". Il settimanale cita il report "Crea sanità" dell'Università Tor Vergata di Roma che ha analizzato gli indici di performance regionali, i risultati del Piano esiti 2014, il rapporto Oasi della Bocconi e uno studio della Fondazione economica Rosselli che ha valutato l'Emilia-Romagna terza in Europa per l'efficienza sanitaria.

 
Bologna, 19 novembre 2014 - "Una sanità da primato". Così il Sole 24 Ore Sanità di questa settimana, in un ampio articolo a pagina 12, definisce il Servizio sanitario regionale dell'Emilia-Romagna, che si conferma "al top per performance e per qualità dei servizi erogati" sulla base di quanto emerge da alcuni studi e rapporti.
Il settimanale del Sole 24 Ore ha preso in esame il report "Crea sanità" dell'Università Tor Vergata di Roma che ha analizzato gli indici di performance regionali da cui emerge che il sistema sanitario dell'Emilia-Romagna prende il voto più alto e "mette d'accordo industria, utenti, istituzioni, professionisti e management aziendali".
L'Emilia-Romagna viene definita "attrattiva" dal rapporto Oasi curato da Cergas-Università Bocconi, che analizza lo stato attuale del Servizio sanitario nazionale nel suo complesso e a livello regionale, come riporta l'articolo.
Il settimanale approfondisce il ruolo di "benchmark" (riferimento) dell'Emilia-Romagna per determinare i costi standard: la sanità regionale "è in testa per il quarto anno consecutivo anche in tema di Livelli essenziali di assistenza".
Il Servizio sanitario dell'Emilia-Romagna è tra i migliori secondo il Piano Esiti 2014. "Un podio guadagnato grazie a progetti innovativi e misure studiate ad hoc, a dispetto dei fondi sempre più scarsi per la sanità", scrive il Sole 24 Ore Sanità.
E di recente, continua l'articolo, "la Fondazione economica Rosselli ha messo per l'appunto la sanità emiliana al terzo posto nell'Unione europea, dopo Olanda e Svizzera".
Questi meriti, conclude l'articolo, "hanno consentito un'iniezione di liquidità aggiuntiva di 220 milioni, rispetto al riparto del 2013".
Di seguito la pagina che il Sole 24 Ore Sanità ha dedicato questa settimana al Servizio sanitario regionale dell'Emilia-Romagna:
Fonte Portale Saluter Regione Emilia-Romagna

 

Azioni sul documento
Strumenti personali