Tu sei qui: Home / Home Page / News / Archivio News / 2013 / Palestre a cielo aperto, l'attività motoria che fa bene a tutti

Palestre a cielo aperto, l'attività motoria che fa bene a tutti

pubblicato il 13/05/2013 15:25, ultima modifica 12/07/2013 12:08
Dal mese di maggio sulle Mura Estensi le iniziative del Comune di Ferrara e del Centro di Medicina dello Sport dell'Azienda USL

 

Con il lancio augurale di atleti della Nazionale paracadutisti e la camminata non competitiva organizzata da "Leggermente Atletici", partirà ufficialmente mercoledì 15 maggio alle 10 - ritrovo davanti alla Casa degli Angeli, in fondo a via Ercole I d'Este - il progetto "Palestre a cielo aperto" messo in campo dall'Assessorato allo Sport del Comune di Ferrara in collaborazione con l'Azienda USL di Ferrara e altri enti e istituzioni cittadine, per promuovere fra la popolazione di ogni età l'attività motoria e la corretta alimentazione come stile di vita sano e sostenibile da seguire ogni giorno.

Le iniziative e gli appuntamenti organizzati nell'ambito del progetto, che di fatto vedrà le Mura Estensi come sede naturale di una enorme palestra a cielo aperto per valorizzare l'attività motoria e l'attività sportiva non competitiva, sono stati presentati nel dettaglio questa mattina in una conferenza stampa nel corso della quale sono intervenuti, tra gli altri, l'assessore comunale allo Sport, Luciano Masieri, il direttore generale dell'Azienda USL di Ferrara Paolo Saltari, il direttore del Centro di Medicina dello Sport di Ferrara, Marco Cristofori, la delegata provinciale del Coni, Luciana Pareschi, Roberta Fogli (Cooperativa Girogirotondo) e Paolo Bevilacqua (tecnico Nazionale Paracadustismo sportivo). Oltre alla camminata in calendario mercoledì prossimo, sarà attivato dal 27 al 31 maggio un punto di ascolto medico con la presenza in due turni, mattina e pomeriggio, di un team di professionisti della salute e dello sport che saranno a disposizione dei cittadini per dare consigli e indicazioni per il benessere fisico motorio e per stare in salute. 

"Abbiamo avuto modo di verificare - ha affermato l'assessore comunale Masieri - il crescente a ampio utilizzo del percorso delle Mura storiche come palestra ad accesso libero, contando anche duemila utenti in un giorno. Con questo progetto che ci vede capofila di un bel gruppo di partner, ci poniamo l'obiettivo di diffondere fra i cittadini anche la buona pratica sportiva libera secondo i principi base della salute".

Per il direttore generale Saltari "l'attività motoria quotidiana deve entrare nei buoni stili di vita di ciascuno di noi. Con questa azione insieme al Comune non intendiamo 'sanitarizzare' l'attività fisica ma cerchiamo di aiutare cittadini e appassionati a praticarla nel modo migliore e responsabilmente".

Su questo specifico aspetto il direttore del Centro di Medicina dello Sport Marco Cristofori ha precisato che "saranno a disposizione dal 27 al 31 maggio nel punto di ascolto della Casa degli Angeli i medici professionisti dello staff che insieme agli operatori sportivi laureati in Scienze Motorie forniranno caso per caso consigli utili e gli strumenti per fare attività motoria in sicurezza".

Sarà un momento molto importante dal punto di vista aggregativo e motorio che darà inizio a un calendario di appuntamenti fino a ottobre, grazie all'intervento di operatori sanitari e tecnici del centro di Medicina dello Sport e di altre realtà sportive del territorio.

 

IL PROGRAMMA in dettaglio (maggio 2013)

Mercoledì 15 maggio alle 10, con ritrovo davanti alla Casa degli Angeli (in fondo a via Ercole I d'Este), partenza della camminata non competitiva inaugurale di "Leggermente Atletici" nell'ambito del progetto complessivo "Palestre a cielo aperto". L'iniziativa si avvale del supporto e del patrocinio anche del Comando Operazioni Aeree di Poggio Renatico e Ferrara. Precederà il via della camminata il lancio di paracadutisti della Nazionale, presenti a in città dal 13 al 17 maggio per un raduno tecnico guidato dal ferrarese Paolo Bevilacqua, che atterreranno nell'area verde di via Leopardi, fra gli Istituti scolastici Roiti e Bachelet.

Da lunedì 27 a venerdì 31 maggio, nei locali della Casa degli Angeli, sarà presente ogni giorno dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 19 uno staff di medici e di  che forniranno informazioni medico-sportive, nutrizionale e respiratorie, oltre a operatori laureati in Scienze Motorie del centro Esercizio Vita che darà supporto ai partecipanti.

In particolare saranno operativi:

- una équipe della Medicina dello Sport dell'Ausl di Ferrara che fornirà anche attraverso pieghevoli e schede, indicazioni sull'importanza dell'attività motoria e consigli per svolgerla correttamente;

- il responsabile del Centro Antifumo di Ferrara con materiale informativo sulla dipendenza da tabacco e la disponibilità a sottoporre il carbossimetro;

- personale specializzato in tema di alimentazione e nutrizione;

- personale tecnico specializzato in scienze motorie (Palestre Sicure);

- studenti dell'indirizzo sportivo del Liceo Roiti che seguiranno tutti coloro che vorranno abbinare alla pratica motoria anche qualche esercizio mirato per braccia, busto e addominali, grazie all'allestimento di 3 stazioni mobili di percorso vita, con materiale messo a disposizione dalla Polisportiva Etica Putinati.

 

LA SCHEDA PROGETTO "Palestre a cielo aperto" (a cura dell'Assessorato allo Sport del Comune di Ferrara)

Negli ultimi anni, da più parti a livello nazionale e internazionale, si è dedicato ampio spazio all'importanza dei benefici complessivi per la salute individuale derivanti da un esercizio regolare, di attività sportiva o motoria, che rappresenta un fattore di protezione rispetto a diverse malattie quali diabete, ipertensione e obesità. A queste considerazioni vanno aggiunti i vantaggi prodotti dal movimento nell'ambito del benessere psicologico che comprende l'umore e l'autostima, ancora più significativi nelle persone con disabilità. Come recita la Carta della Salute di Toronto del 2010: "l'attività fisica promuove il benessere, la salute fisica e mentale, previene le malattie, migliora le relazioni sociali e la qualità della vita, produce benefici economici e contribuisce alla sostenibilità ambientale".

Per consolidare le abitudini di chi fa movimento in modo saltuario e ampliare il numero di persone che svolgono attività fisica regolare, il Servizio Sport in collaborazione con il Servizio Giovani e l'Ausl di Ferrara ha promosso un progetto specifico che ha ottenuto un finanziamento regionale e si è classificato al primo posto della graduatoria delle progettualità migliori nel campo degli stili di vita sani. Il progetto denominato "Palestre a cielo aperto" si svilupperà da maggio a ottobre con iniziative rivolte a tutti i cittadini, coinvolgendo anche le scuole, i centri sociali, i centri per disabili, al fine di una diffusione il più estesa possibile.

E quale migliore teatro di iniziative motorie, sportive e legate alla salute se non le Mura di Ferrara? Sono, infatti, 2000 le presenze medie giornaliere di persone che in vario modo utilizzano lo spazio offerto dalle mura cittadine; persone di ogni età e con interessi molto diversi ma accomunati dal desiderio di fare un po' di movimento autogestito, comportamento in incremento in tutto il territorio regionale.

Pur con tutte le limitazioni imposte per l'uso di un monumento storico di una città Patrimonio dell'Umanità, le Mura si prestano a diventare sempre più un impianto sportivo autentico, una palestra a cielo aperto appunto, con servizi di supporto per chi lo frequenta e con la possibilità di produrre attività volte a incrementare la vita attiva delle persone e a favorire un modo sano di fare sport. In tal senso, tutti i soggetti che collaborano al progetto, hanno pensato a questo nostro impianto, antico ma funzionale, come contenitore per realizzare una serie di eventi per tutti.

Nella fattispecie, si animerà lo scenario delle Mura con operatori della salute e dello sport che daranno consigli sul modo migliore di allenarsi anche solo per tenersi in forma, sull'alimentazione sana e corretta; inoltre, effettueranno test non invasivi per verificare lo stato di salute e daranno materiale informativo importante per la prevenzione.

Una parte fondamentale del progetto riguarda anche il coinvolgimento di persone con difficoltà motorie e/o cognitive e che, impropriamente, si è spesso ritenuto fossero da esonerare dalla pratica motoria ma che, negli ultimi anni, sempre più sono protagonisti di eventi sportivi importanti o comunque integrati nelle discipline tradizionali e non. Nell'ambito di Palestre a cielo aperto l'obiettivo è quello di valorizzare la pratica motoria e l'attività sportiva non competitiva per tutti e quindi anche per chi ha una disabilità e che ha il diritto a impegnarsi in uno stile di vita sano e sostenibile. Per questo motivo, si sono coinvolti il Modulo Programmazione Area Disabili dell'Ausl di Ferrara e la Cooperativa Girogirotondo che organizzano dal 2006 un meeting sportivo dal nome "Leggermente atletici" finalizzato alla pratica sportiva per persone con disabilità ospiti di centri diurni e residenziali, laboratori protetti, case famiglia.

Il principio ispiratore di questo evento/progetto si fonda sulla consapevolezza che l'allenamento, e la pratica dell'attività motorio-sportiva che si persegue attraverso esso, rappresenti per una persona con disabilità un rilevante fattore di miglioramento della "qualità della vita", e non soltanto un modo per trascorrere il tempo libero. La ricerca di adeguati livelli di salute psico-fisica ed emotiva per le persone con disabilità deve assolutamente tener conto del grande contributo che l'attività motoria può dare, attraverso i ben noti effetti positivi che essa esercita sugli aspetti fisici, cognitivi, sociali ed emotivo-relazionali di un individuo.

A tal fine è molto importante sottolineare l'adesione al progetto delle Palestre Sicure (riconoscimento della Regione Emilia Romagna) Otello Putinati e Coop. Onlus Esercizio Vita.

Comunicato a cura dell'Ufficio Stampa del Comune di Ferrara

Azioni sul documento
Strumenti personali