Tu sei qui: Home / Home Page / News / Archivio News / 2013 / Dal primo gennaio 2013 due nuovi direttori per Cardiologia e Materno - Infantile all'Ospedale di Cento

Dal primo gennaio 2013 due nuovi direttori per Cardiologia e Materno - Infantile all'Ospedale di Cento

pubblicato il 04/01/2013 15:19, ultima modifica 04/01/2013 15:19
Fabrizio Corazza nominato direttore della Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia e il dr. Biagio Sassone, direttore della Unità Operativa di Cardiologia del SS. Annuniziata di Cento.

Oggi alla presenza dei giornalisti, la Direzione generale dell’Azienda USL, insieme a Dario Pelizzola, direttore del Presidio Unico Aziendale, Gianni Serra, direttore del dipartimento di medicina, Giovanni Percoco, direttore della Unità Operativa di Cardiologia e Giuliano Guerzoni, direttore di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale del Delta,  hanno presentato i due nuovi primari che hanno preso servizio all’Ospedale SS.ma Annunziata di Cento.

L’incarico che  ha avuto avvio dal primo di gennaio 2013, riguarda il dr. Fabrizio Corazza nominato direttore della Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia e il dr. Biagio Sassone, direttore della Unità Operativa di Cardiologia dell’Ospedale di Cento.

Superata l’emergenza terremoto, che ha impegnato notevolmente l’Ospedale di Cento, la Direzione aziendale ha ritenuto necessario nominare due nuovi primariati per le branche sopra citate, al fine di rendere sempre più qualificante e completa l’offerta dei servizi sul distretto Ovest.

In una ottica sempre più aziendale e meno locale, afferma Paolo Saltari, nella quale i servizi sono pensati in una ottica di “rete” si parlerà sempre meno di Unità Operative.  La rete interesserà  non solo i servizi dei presidi ospedalieri aziendali, ma anche i servizi dell’Azienda Ospedaliera di Ferrara. Le specialità di cardiologia e materno infantile rientrano proprio in questo processo di sviluppo.

Una sfida importante per Biagio Sassone, che proviene da settori simili alla realtà che andrà a dirigere; infatti dopo la laurea in medicina e la specializzazione in  Cardiologia all’Università di Bologna, ha lavorato all’ospedale di San Marino, di Rimini, al policlinico di Modena, al Sant’Orsola Malpighi  e poi all’ospedale di Bentivoglio dove ha coordinato il percorso per la diagnosi e cura della sincope e il servizio di aritmologia e cardiostimolazione. La cardiologia di  Cento, sostiene Sassone, è costituita da una equipe distribuita tra il reparto e le attività di interventistica e protesica, ed è un punto di riferimento significativo per tutti quei pazienti che possono essere gestiti a livello locale.Se infatti, per le patologie più importanti come le aritmie complesse, sono punti di riferimento ormai consolidati Cona a livello provinciale e l’Ospedale Maggiore di Bologna a livello regionale, le cardiologie locali come quelle di Cento e Delta sono il principale interlocutore per tutti quei pazienti a bassa complessità.

Fabrizio Corazza, dopo la laurea in Medicina e la specializzazione in Ginecologia e Ostetricia Ha lavorato in diverse strutture ospedaliere, acquisendo una rilevante esperienza chirurgica ed ostetrica maturata nell’ambito del Dipartimento Materno-Infantile dell’Azienda USL di Bologna. Corazza condividendo appieno il concetto di rete, ha sottolineato la sua intenzione a privilegiare l’integrazione con i distretti rispetto al percorso nascita e all’evento parto. Tra gli obiettivi prioritari per il suo mandato valorizzare le risorse che fanno parte della sua equipe e promuovere tra la popolazione la conoscenza delle opportunità che l’ostetricia di Cento offre, come il parto in analgesia.

Il servizio di Ostetricia nel territorio di Cento è particolarmente importante: nel 2012 sono stati registrati 610 parti su un totale aziendale di 1130. 

Azioni sul documento
Strumenti personali