Tu sei qui: Home / Home Page / News / Archivio News / 2011 / Attività a pieno regime al nuovo padiglione chirurgico dell'ospedale di Argenta

Attività a pieno regime al nuovo padiglione chirurgico dell'ospedale di Argenta

archiviato sotto:
pubblicato il 16/03/2011 09:14, ultima modifica 16/03/2011 09:16
Da domani, mercoledì 16 marzo 2011, l’attività chirurgica riprende regolarmente nei nuovi locali

Da domani,Inaugurazione padiglione chirurgico Argenta - PRESENTAZIONE 2 mercoledì 16 marzo 2011, riprende regolarmente l’attività chirurgica all’Ospedale “Mazzolani – Vandini” di Argenta, all’interno dei nuovi locali inaugurati lo scorso 1 febbraio.
Terminato il trasloco delle sale operatorie e il trasferimento dei reparti di degenza, riprende a pieno ritmo e nel pieno rispetto della tabella di marcia, l’attività chirurgica ad Argenta, con la ripresa anche dell’attività di ricovero.
Dopo l’esito positivo dei collaudi e della valutazione dei requisiti della nuova struttura l’Amministrazione Comunale di Argenta ha, infatti, rilasciato oggi (martedì 15 marzo n.d.r.), secondo quanto previsto dalla normativa vigente, l’autorizzazione obbligatoria per esercitare l’attività sanitaria.
A poco più di un mese dall’inaugurazione del nuovo padiglione, quindi, si concretizzano gli impegni espressi dai vertici sanitari e istituzionali che avevano garantito l’avvio dell’attività chirurgica nella nuova struttura in tempi brevi.
Inaugurazione padiglione chirurgico Argenta - BLOCCO OPERATORIO (3)
Al piano terra del nuovo padiglione sono collocate le Unità Operative di Chirurgia, Ginecologia ed Ortopedia oltre ai posti letto della Terapia Semintensiva, mentre al piano superiore sono state realizzate quattro nuove sale operatorie con annesso servizio di Sterilizzazione e di Day Surgery.

Il rispetto dei tempi programmati e la regolare apertura del nuovo padiglione sono stati possibili grazie alla collaborazione e all’impegno di tanti: dei tecnici che hanno verificato il regolare funzionamento di tutti gli impianti ed effettuato gli ultimi interventi, dei preposti alla verifica dei requisiti normativi per il funzionamento della struttura, del personale COPMA che ha garantito sempre ambienti puliti in condizioni obiettivamente non facili, degli operatori ospedalieri che hanno agevolato il trasferimento del materiale dai vecchi reparti alla nuova struttura e completato la sistemazione dei nuovi locali, al fine di garantire la piena efficienza all’inizio delle attività.

Azioni sul documento
archiviato sotto:
Strumenti personali