Tu sei qui: Home / Home Page / News / Archivio News / 2010 / La Direzione dell’Azienda USL di Ferrara interviene sulle conseguenze post operatorie subite da una paziente dell’Ospedale del Delta

La Direzione dell’Azienda USL di Ferrara interviene sulle conseguenze post operatorie subite da una paziente dell’Ospedale del Delta

pubblicato il 25/06/2010 16:38, ultima modifica 25/06/2010 16:38

Ferrara, 25 Giugno 2010.   La Direzione di AUSL Ferrara e il personale sanitario dell’Ospedale del Delta coinvolto, sono tutti fortemente costernati e profondamente amareggiati -sul piano umano e professionale- per le conseguenze post operatorie subite da una paziente dopo un intervento chirurgico ortopedico in anestesia spinale e sono sinceramente vicini alla sofferenza della persona e dei familiari.
Sentimenti di considerazione manifestati -sin da subito, di persona- dal Direttore d’Anestesia e Rianimazione-Terapia Intensiva del Delta e dall’anestesista, certamente non “liquidati”, ma, accompagnati, con una stretta di mano, che è semplice, doveroso, segno d’umana, civile, vicinanza, al termine di una relazione “medico-paziente-familiare” durante la quale lo stesso direttore forniva informazioni su: natura e patogenesi della lesione, percorso diagnostico effettuato dall’insorgenza della sintomatologia, progetto terapeutico interdisciplinare proposto, disponibilità al prosieguo delle terapie al Delta appena disposte e -non ultime- le rinnovate scuse da parte di tutta l’unità operativa.
Per quanto riguarda la sequenza dei fatti, ricevuta in data 17 Giugno la segnalazione del direttore d’Anestesia, la Direzione Sanitaria dell’Azienda USL, come di prassi, ha immediatamente nominato il 18 Giugno una commissione interna di verifica di quello che tecnicamente si definisce “evento clinico maggiore o avverso”.  
Una commissione composta di medici aziendali -esterni alla struttura sanitaria coinvolta- che possiede competenze professionali specifiche e che opera con disciplina deontologica e obiettività tali da garantire una rigorosa ricostruzione dei diversi tempi clinici per la tutela dei diritti sia del paziente -in primis- sia dei professionisti coinvolti.
Compito della commissione, è quello di procedere all’analisi, in chiave clinica e temporale, dei diversi interventi effettuati, per verificarne appropriatezza e tempestività.
Nel rinnovare alla paziente ed alla sua famiglia, il proprio sincero rammarico per il doloroso evento, la Direzione dell’AUSL sarà disponibile ad informare la famiglia sugli esiti della commissione previsti per la metà della prossima settimana.

Azioni sul documento
Strumenti personali