Tu sei qui: Home / Home Page / News / Archivio News / 2010 / Inaugurato il Bar dell'Ospedale del Delta-Lagosanto

Inaugurato il Bar dell'Ospedale del Delta-Lagosanto

pubblicato il 06/09/2010 14:56, ultima modifica 06/09/2010 14:56
Sono intervenuti: Fosco Foglietta, Direttore Generale Azienda USL; Paola Ricci, Sindaco Comune di Lagosanto; Biagio Missanelli, Presidente Cooperativa Sociale Il Germoglio Onlus*; Edgardo Contato, Direttore Sanitario Azienda USL; Lalla Buora, Direttore Amministrativo Azienda USL.

Ferrara, 6 Settembre 2010. Riapre il Bar dell’Ospedale del Delta dopo un periodo di chiusura per problemi tecnico-amministrativi legati alla precedente gestione. L’Azienda USL ha, infatti, deciso di riservare questo genere d’attività a cooperative sociali e, dopo regolare bando di gare, la nuova gestione è stata affidata alla cooperativa sociale non lucrativa “Il Germoglio”.
Il riavvio della gestione del Bar interno del presidio ospedaliero di Lagosanto risponde alla finalità del recupero di persone svantaggiate ad un ruolo sociale e nasce proprio per realizzare progetti d’inserimento lavorativo, offrendo, al contempo, un servizio a tutti i cittadini del territorio, con la formula dell’integrazione e collaborazione fruttuosa tra pubblico e privato.
AUSL Ferrara e Cooperativa Il Germoglio Onlus, con l’apertura del Bar del Delta intendono offrire un servizio d’accoglienza e di ristorazione attento e di qualità che abbia al centro la sostenibilità ambientale del medesimo.

* La Cooperativa Sociale “il Germoglio” nasce nel 1991 per proporre attività educative rivolte a bambini e giovani, a Ferrara e provincia. L’AUSL di Ferrara rappresenta uno dei principali soggetti con cui la cooperativa ha da tempo avviato una collaborazione costante, una comunicazione continua, all’interno di progetti condivisi che riguardano vari settori. Il Germoglio si avvale dell'opera di persone disabili, o, comunque, con un forte disagio, fornendo in questo modo una integrazione tra l'interesse della cooperativa di creare valore per la comunità, dell'Azienda Sanitaria Locale di assicurare un servizio ai propri assistiti, e delle persone disabili di trovare opportunità di lavoro. Sono 19 le persone diversamente abili che, ora, lavorano con la cooperativa in commesse dell’AUSL, 3 tirocini lavorativi e più di 40 borse lavoro, soprattutto inserite dal DSM.

Azioni sul documento
Strumenti personali