Tu sei qui: Home / Home Page / News / Archivio News / 2010 / Ausl Ferrara: Teatro e Salute Mentale al Festival Internazionale

Ausl Ferrara: Teatro e Salute Mentale al Festival Internazionale

pubblicato il 28/09/2010 13:43, ultima modifica 28/09/2010 13:43
Sabato 2 Ottobre al Festival della rivista Internazionale gli eventi di teatro di strada delle compagnie Accademia della Follia, A Voce Libera, Gli Attivi Compagni del Dipartimento di Salute Mentale di AUSL Ferrara

Ferrara, 28 Settembre 2010.  E’ la Banda Tambù del Dipartimento Salute Mentale di Imola  il filo conduttore e la cornice ritmica degli eventi di teatro di strada realizzati dalle compagnie  Accademia della Follia, A Voce Libera, Gli Attivi Compagni  seguite dal Dipartimento di salute mentale dell’AUSL di  Ferrara che il Festival della rivista Internazionale ospiterà, a Ferrara, Sabato 2 Ottobre.
Stessa data -2 Ottobre-, medesima ambientazione -Festival di Internazionale- per  la redazione di Psicoradio, che, in occasione dell’incontro “Informazione: le Paure degli Europei” intervisterà protagonisti e spettatori su come la paura influenzi le nostre vite; appuntamento: Sala Estense, ore 16.30.
L’intervento delle redazioni e compagnie teatrali fatte di pazienti psichiatrici fa parte del progetto triennale della Regione Emilia Romagna “Teatro e Salute Mentale” promosso dai DSM Dipartimenti di Salute Mentale di Bologna, Cesena, Ferrara, Forlì, Imola, Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini e Modena in stretta collaborazione con l’Istituzione G.F. Minguzzi della Provincia di Bologna e l’Associazione Arte e Salute Onlus.
Tre grandi eventi culturali: Festival Filosofia a Modena, Festival del Diritto a Piacenza, Festival della rivista Internazionale a Ferrara, non direttamente connessi con i temi della salute mentale, ospitano spettacoli ed iniziative realizzate da attori e redattori pazienti psichiatrici.
In tutti i festival è, inoltre, presente la mostra fotografica curata da Alessandro Zanini (Istituzione G.F. Minguzzi, Bologna) che documenta anche le prove degli spettacoli.
Gli obiettivi del progetto sono un miglioramento delle condizioni personali degli utenti dei D.S.M   che partecipano al lavoro artistico, ma anche una crescita culturale del territorio che li ospita. Infatti, far circolare gli spettacoli e rendere evidente la qualità dei lavori realizzati dai pazienti contribuisce a combattere il pregiudizio che definisce incapaci o pericolose le persone con disagio psichico.  L’incontro tra arte teatrale e psichiatria può così rivelarsi utile per entrambi. Il teatro ne esce vivificato alimentando percorsi originali di creazione e rafforzato nella sua funzione sociale. Attraverso l’arte, la psichiatria partecipa alla rimessa in gioco dei pazienti e comincia anche a fare meno paura alle persone cosiddette sane.    

Per approfondimenti e informazioni:

www.teatralmente.it   www.psicoradio.it


Dott.ssa Maria Francesca Valli  tel. 388.75.53.245
Dott.ssa Cinzia Migani              tel. 339.75.42.244

Azioni sul documento
Strumenti personali