Screening per la prevenzione e la diagnosi precoce del tumore al collo dell'utero

pubblicato il 25/01/2016 09:45, ultima modifica 31/01/2017 16:19

 

Il programma di screening è rivolto alle donne dai 25 ai 64 anni (105.000 donne residenti e domiciliate a Ferrara) e propone: 

  • il Pap-test, ogni tre anni, a tutte le donne dai 25 ai 29 anni
  • l’ HPV test ogni 5 anni dai 30 ai 64 anni

Il tumore del collo dell’utero può svilupparsi, con un processo che dura molti anni, da un’infezione da parte di alcuni ceppi del papilloma virus umano, ed è per lungo tempo del tutto asintomatico. È perciò importante individuare e trattare precocemente le lesioni a rischio di evoluzione tumorale.

L'invito ad effettuare il test arriva a tutte le donne nelle fasce di età interessate con una lettera a domicilio dell'Azienda Usl di Ferrara.

In Emilia-Romagna il Pap-test di screening verrà nei prossimi tre anni gradualmente sostituito, per le donne tra i 30 e i 64 anni, da un test capace di individuare il virus da cui può derivare il tumore (HPV-test) e, per questo motivo, più efficace del Pap-test in questa fascia di età.


Le donne tra i 25 ed i 29 anni continuano invece ad eseguire il Pap-test ogni tre anni.

nuovo depliant

L'invito per il test HPV sarà graduale:

nella fase di transizione (tre anni a partire dal 2016) alcune donne vengono invitate ad eseguire il test HPV e altre ad eseguire il Pap-test, fino ad arrivare ad invitare tutte le donne in età compresa 30-64 anni al test HPV.

Perché il test HPV? 

Perché la ricerca scientifica ha dimostrato che il test HPV per le donne tra i 30 ed i 64 anni di età è ancora più efficace del Pap-test. Mentre per le donne tra i 25 ed i 29 anni è più indicato il Pap-test.

Entrambi gli esami sono gratuiti nel programma di screening,

non è necessaria la prescrizione del Medico di Medicina Generale o del Medico Specialista:

è sufficiente presentarsi con la lettera di invito nella quale sono indicati giorno, luogo, ora per l’esecuzione del test, (nell'invito sono indicati numero di telefono e indirizzo e-mail da contattare per modificare l’appuntamento).

Non è possibile fare un test HPV gratuito a scopo preventivo senza la lettera di invito del programma di screening.

Cosa devi sapere

Cos’è il Pap-test o striscio vaginale?

Il Pap-test è un esame citologico rapido e indolore molto utile per diagnosticare recocemente le lesioni pre-cancerose e il tumore del collo dell'utero. Non sostituisce la visita ginecologica, che resta un importante complemento al controllo periodico a tutela della salute della donna.

Cos'è il test HPV?

Il test HPV é simile al Pap-test, il prelievo è semplice, non doloroso e dura pochi minuti. Il materiale  prelevato viene esaminato in laboratorio per la ricerca del papilloma virus umano (HPV). Questo tipo di prelievo consente anche di effettuare un Pap-test sullo stesso campione, in caso di HPV positivo.

Pap-test

Come viene eseguito l’esame: Con una delicata raccolta di cellule dal collo dell'utero, mediante una sottile spatola in legno e uno spazzolino. Il materiale così raccolto viene analizzato al microscopio.

  • La risposta: Per la risposta occorre circa un mese. Se l’esito è negativo, riceverai la risposta direttamente a casa tua. Nella lettera troverai evidenziati termini come “negativo”, o “nei limiti della norma” oppure “normale” e riceverà un nuovo invito dopo tre anni. Se positivo, qualora siano presenti all'esame alterazioni cellulari, non necessariamente di natura tumorale o pre-tumorale, verrai richiamata per concordare gli ulteriori accertamenti diagnostici da effettuare (esame colposcopico ed eventuale biopsia). Non preoccuparti, perché qualora si confermassero le alterazioni già sospettate dal pap-test, queste si riferiscono, nella quasi totalità dei casi, a lesioni pre-cancerose, che richiedono cure ambulatoriali scarsamente invasive.
  •  Si devono adottare particolari norme igieniche, prima dell’effettuazione dell’esame? No, non occorre alcuna preparazione particolare. Ricordati, però, che, per eseguire correttamente il pap-test, è necessario far trascorrere almeno 5 giorni dalla fine del flusso mestruale, 7 giorni dalla fine di una terapia locale (ovuli o creme vaginali), 2 giorni da una visita ginecologica, 24 ore da un rapporto sessuale.
  • L’esame va effettuato anche se non sono presenti dei sintomi particolari? Si, è necessario effettuare l’esame anche se non sono presenti sintomi, proprio per il carattere preventivo del test. È bene sapere che, il pap-test non serve per diagnosticare altre affezioni dell'apparato genitale femminile (vaginiti, fibromi, cisti ovariche...).
  • È possibile l’insorgenza di un tumore dopo un esame negativo? Sì, anche se molto raro, è possibile che un tumore insorga nell’intervallo tra un test negativo e il successivo.
  • È possibile cambiare la data e l’ora dell’appuntamento? Si, è possibile, telefonando o rivolgendosi ai numeri e agli indirizzi indicati nella lettera di invito.
  • È necessario, al momento dell’esame, portare con sé della documentazione sanitaria? Viene effettuato il confronto con i dati di esami analoghi eseguiti precedentemente? Si, è indispensabile portare la documentazione sanitaria relativa sia ad esami eseguiti in precedenza, anche presso altri Centri, sia ad eventuali trattamenti, soprattutto in caso di richiamo per approfondimento diagnostico: ciò è infatti utile per effettuare i necessari confronti.
  • Viene rilasciata una giustificazione per l’assenza dal lavoro? Si, a richiesta dell’interessata.
  • Essere sottoposte a trattamento chemioterapico condiziona l’esame? No, non vi sono controindicazioni ma è importante comunicare il trattamento in corso all'Ostetrica che esegue il prelievo che, a sua volta, lo segnalerà al Citologo, che leggerà il vetrino.

 Test HPV

Come viene eseguito l’esame: Con una delicata raccolta di cellule dal collo dell'utero, mediante una sottile spatola in legno e uno spazzolino. Il materiale così raccolto viene inviato al laboratorio.

La risposta: Per la risposta occorre circa un mese. Se il test HPV è Negativo si riceve la risposta arriverà tramite lettera e verrà nuovamente invitata dopo 5 anni. Se il test HPV è positivo sullo stesso campione viene eseguito anche il Pap-test. Se il Pap-test sarà negativo, verrà nuovamente invitata dopo un anno a ripetere il test HPV. Se il Pap-test mostrerà alterazioni o dubbi, verrà contattata per concordare ulteriori accertamenti.

  • Si devono adottare particolari norme igieniche, prima dell’effettuazione dell’esame? No, non occorre alcuna preparazione particolare. Ricordati, però, che, per eseguire correttamente il test, è necessario far trascorrere almeno 5 giorni dalla fine del flusso mestruale, 7 giorni dalla fine di una terapia locale (ovuli o creme vaginali), 2 giorni da una visita ginecologica, 24 ore da un rapporto sessuale.
  • L’esame va effettuato anche se non sono presenti dei sintomi particolari? Si, è necessario effettuare l’esame anche se non sono presenti sintomi, proprio per il carattere preventivo del test. È bene sapere che, il test non serve per diagnosticare altre affezioni dell'apparato genitale femminile (vaginiti, fibromi, cisti ovariche...).
  • È possibile cambiare la data e l’ora dell’appuntamento? Si, è possibile, telefonando o rivolgendosi ai numeri e agli indirizzi indicati nella lettera di invito.
  • È necessario, al momento dell’esame, portare con sé della documentazione sanitaria? Viene effettuato il confronto con i dati di esami analoghi eseguiti precedentemente? Si, è indispensabile portare la documentazione sanitaria relativa sia ad esami eseguiti in precedenza, anche presso altri Centri, sia ad eventuali trattamenti, soprattutto in caso di richiamo per approfondimento diagnostico: ciò è infatti utile per effettuare i necessari confronti.
  • Viene rilasciata una giustificazione per l’assenza dal lavoro? Si, a richiesta dell’interessata.

Si invitano le donne di età compresa tra i 25 e i 64 anni che negli ultimi 3 anni non hanno eseguito un pap-test di screening e che non abbiano ricevuto l'invito a mettersi in contatto con il Centro Screening per regolarizzare la propria posizione (screening@ausl.fe.it)

 

Per cambiare l'appuntamento della lettera di invito allo screening

Antonella Mazzetto e Patrizia Signorini tel. 0532 23.5504 il lunedì - martedì e giovedì dalle ore 9,00 alle 13,00

 

Per informazioni

  • Centro Screening

Patrizia Signorini Arianna Galliera, tel. 0532 23.5503 - 0532 23.5528 dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle 13,00

  • Numero verde gratuito 800 532008 attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle ore 10,00 per le informazioni sullo screening con HPV test.

 

Allegati

Opuscolo informativo (.pdf)

E se il Pap Test risulta positivo? (.pdf)

Lunga vita alle Signore (.pdf)

Informativa HPV (.pdf)

Link utili

le 100 domande sull'HPV

Mammografia e Pap Test
Programma regionale per la prevenzione dei tumori femminili

Azioni sul documento
Strumenti personali