Tu sei qui: Home / L'Azienda / Dipartimenti / Dipartimento Sanità Pubblica

Dipartimento Sanità Pubblica

pubblicato il 22/02/2006 11:05, ultima modifica 24/03/2020 13:16
Il Dipartimento di Sanità Pubblica costituisce il supporto tecnico alla Direzione Aziendale nella definizione delle strategie di promozione della salute, di prevenzione delle malattie e delle disabilità, nonchè del miglioramento della qualità della vita, assicurando il proprio contributo al complesso sistema della Sanità Pubblica.

Direttore: Dr. Giuseppe COSENZA

SEDE: Via F. Beretta, 7 44121 Ferrara
Tel. 0532-235211
Fax 0532-235208
e-mail: dirdsp@ausl.fe.it
PEC: dirdsp@pec.ausl.fe.it

Il Dipartimento di Sanità Pubblica dell'Ausl di Ferrara, è organizzato nelle seguenti Unità Operative e Moduli Dipartimentali

 

STRUTTURE COMPLESSE

 

 

 

MODULI DIPARTIMENTALI

 

 

 PROGRAMMI:

  • Gestione Ambientale
  • Sicurezza Alimentare
  • Qualità e Accreditamento
  • Programma attività motoria per soggetti con dismetabolismi
  • Programma attività motorie per soggetti con cardiopatie pregresse



CORSI di AGGIORNAMENTO DIPARTIMENTALI

COMUNICAZIONI DI CARATTERE GENERALE 

Lista di controllo per l'Autovalutazione delle principali misure procedurali, organizzative e tecniche, per il contrasto ed il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli Ambienti di Lavoro di cui al Protocollo d'Intesa Governo-Parti Sociali del 14 marzo 2020

 

SERVIZIO DI PRONTA DISPONIBILITA' (P.D.)

 

viaggiinternazionali.jpg NOTIZIE UTILI PER CHI AFFRONTA VIAGGI INTERNAZIONALI

ZIKA JPGINFORMAZIONI SUL VIRUS ZIKA

 

images.jpg  ASTENSIONE DAL LAVORO GRAVIDANZA A RISCHIO

ULTIMISSIME SULLE AGEVOLAZIONI PER LA RICHIESTA DI ASTENSIONE DAL LAVORO GRAVIDANZA A RISCHIO

In via temporanea, fino a diverse disposizioni, al fine di agevolare le note misure cautelative per evitare/contenere la diffusione dell’infezione da coronavirus, si comunica che le istanze di “Interdizione anticipata dal lavoro per gravidanza a rischio  Art. 17 comma 2 lett. a) D.Lgs. 26/3/2001 n. 151 e s.m.i.” potranno essere presentate anche tramite E-mail al seguente indirizzo: o per chi ne fosse in possesso tramite PEC all’indirizzo: .

I documenti da inviare sono i seguenti:

  1. modulo di domanda di astensione per gravidanza a rischio (per scaricare il modulo per la domanda e la delega per la consegna e/o ritiro, cliccare sulla voce MODULISTICA), compilato in ogni parte recante tra l’altro l’indirizzo PEC del datore di lavoro;
  2. certificato del ginecologo attestante lo stato di gravidanza a rischio corredata dalla seguente dichiarazione dell’istante: “La presente copia è conforme all’originale trattenuto dalla sottoscritta”;
  3. fotocopia del documento di identità e del codice fiscale.

E’ confermata la vigente procedura, ossia: entro 7 giorni dalla presentazione della domanda, personalmente oppure tramite E-mail o PEC, l’ufficio preposto invierà il relativo “Provvedimento di astensione per gravidanza a rischio”, al datore di lavoro ed all’INPS tramite PEC e all’interessata tramite E-mai o PEC.

      • (per scaricare il modulo per la domanda e la delega per la consegna e/o ritiro, cliccare sulla voce MODULISTICA).

 

fatturazione-elettronicaFATTURAZIONE ELETTRONICA D.M. 55 del 3.4.2013 LEGGE 244 del 24.12. 2007, Ai Ai fini dell'emissione delle fatture elettroniche, si informa che nel portale istituzionale (www.ausl.fe.it) sono riportate le indicazioni necessarie per gli adempimenti previsti dalla vigente normativa in materia di:
- Split Payment
- Reverse Charge
- Fatturazione elettronica
il link per accedere direttamente alle informazioni è il seguente: 

http://intranet.ausl.fe.it/azienda/staff-direzionali/servizi-di-staff/bilanci-e-programmazione/fatturazione-elettronica-e-split-payment-1 

 


dieta mediterraneaSICUREZZA ALIMENTARE: 31 gennaio 2020 termine ultimo per il pagamento della tariffa annuale dei controlli sanitari ufficiali

Collegamento con il D.Lgs 194/2008 modificato dal “Decreto Balduzzi”:

http://www.trovanorme.salute.gov.it/dettaglioAtto?id=26745&completo=true

 

 ifoto indennizzatiINDENNIZZO L. 210/92 -  Istruzioni per ottenere gli arretrati della rivalutazione Indennità Integrativa Speciale, agli eredi dei beneficiari deceduti

 

MEDICO    AMBULATORIO EX ESPOSTI AD AMIANTO

Azioni sul documento
Strumenti personali