Tu sei qui: Home / L'Azienda / Dipartimenti / Dipartimento Cure Primarie Aziendale / U.O. Servizi amministrativi distrettuali / PRESIDI PER INCONTINENZA: cateteri e sacche

PRESIDI PER INCONTINENZA: cateteri e sacche

pubblicato il 17/10/2007 10:20, ultima modifica 12/08/2013 17:24

 

 

QUALI SONO

Cateteri e sacche da ritirarsi gratuitamente presso i punti di distribuzione territoriali competenti per territorio.

CHI NE HA DIRITTO

a) Portatori di catetere permanente;
b) Invalidi civili con invalidità superiore a 1/3 attinente alla richiesta dei presidi;
c) Invalidi di guerra o servizio con invalidità attinente la richiesta del presidio;
d) Minori di anni 18 affetti da particolari patologie;
e) Persone non autosufficienti che hanno già presentato domanda di invalidità ai fini di accompagnamento;
f) Persone in Assistenza Domiciliare Integrata (A.D.I.) di 1°-2°-3° livello e inseriti nei Nuclei Operativi Domiciliari Oncologici (N.O.D.O.)

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE

1) Copia del certificato di invalidità o copia della domanda per il riconoscimento dell’invalidità completa del certificato medico e con timbro di accoglimento da parte dell’Ufficio competente (solo nel caso in cui il medico dichiara che il paziente rientra nei casi di cui all’art.1 della L. 18/1980). La certificazione non è necessaria per i minori di anni 18 e per le persone di cui ai punti a) e f).
2) Prescrizione di un medico specialista di una struttura pubblica, o di un medico responsabile di Unità Operativa di un reparto ospedaliero pubblico privato o accreditato.
3) Dichiarazione informativa sul trattamento dei dati personali (D.Lgs 196/2003)
4) Richiesta del Medico di base solo nel caso in cui il paziente sia nella condizione (A.D.I.).

A CHI RIVOLGERSI

  • Per ottenere cateteri e sacche è necessario rivolgersi al proprio medico di base per ottenere la richiesta di visita presso lo specialista competente per menomazione e disabilità, il quale redige la prescrizione. Nel caso in cui il cittadino sia ricoverato in una struttura ospedaliera screditata pubblica o privata, la prescrizione viene redatta dal medico del reparto prima della dimissione.
  • Consegnare o inviare la documentazione agli Sportelli Distrettuali.
Azioni sul documento
Strumenti personali