M.O. Prevenzione, Sistemi Informativi e Qualità

pubblicato il 20/12/2006 11:15, ultima modifica 20/06/2019 10:43

 

E' in staff alla direzione del Dipartimento e ha il compito di gestire le attività connesse all'attuazione del piano della prevenzione, di governare i Sistemi informativi Salute Mentale Adulti, Neuropsichiatria Infanzia Adolescenza, Dipendenze Patologiche e il Sistema di gestione della qualità del DAISMDP.

Aree di intervento:

 

Responsabile di M.O.: dott.ssa Cristina SORIO

Sede: Via Francesco del Cossa, 18 - Ferrara (vedi mappa)

Tel. 0532 233718 - 719      Fax: 0532 200092       e-mail: osservatorio.sert@ausl.fe.it

Per comunicazioni a valore legale si prega di utilizzare la Posta certificata (PEC):

 

Osservatorio Dipendenze Patologiche - Documenti scaricabili

Rapporti Osservatorio Dipendenze Patologiche

Pubblicazioni 

Rapporti di ricerca: stili di vita e comportamenti a rischio in adolescenza

Seminari e Convegni


In primo piano

Lunedì 20 maggio 2019, ore 21 Spettacolo sul gioco d'azzardo patologico ALL'ALBA VINCERO' presso il Consorzio Factory Grisù, Via Poledrelli, 21 - Ferrara.

L'evento fa parte delle iniziative di sensibilizzazione previste dal Piano Locale di contrasto al Gioco d'Azzardo dell'Azienda Usl di Ferrara.  All'alba vincerò è una rappresentazione teatrale che parla di un fenomeno sociale che si configura come una vera e propria malattia che rende incapaci di resistere all'impulso di giocare d'azzardo. Lo spettacolo procede tra brevi dialoghi e monologhi, tratti da storie vere di giocatori patologici: storie di uomini, donne, prigionieri del gioco, ipnotizzati dal tintinnio delle slot machines e delle videolettery, dall'illusione del gratta e vinci, dal sogno di una vincita perfetta, tanto da dimenticare le proprie ambizioni, trascurando gli affetti ed il lavoro, fino a perdere tutto.

******************************************************************

Giovedì 1 Febbraio 2018 si è tenuto nell’aula Magna dell’Ospedale di Cona il Convegno regionale promosso dal servizio Dipendenze Patologiche del dipartimento di Salute Mentale Il dolore della mente sotto l’effetto di sostanze Psicopatologia, disabilità residua e prospettive di recovery delle psicosi correlate all’uso di sostanze”.

Una giornata di confronto tra professionisti ed esperti di più Regioni, che operano nel settore Sanitario e Universitario “esperienze e saperi diversi”, per affrontare il grande problema legato alla diffusione di nuove sostanze psicoattive.

La diffusione di nuove sostanze psicoattive nel complesso mercato del narcotraffico, che ha superato i tradizionali confini dello spaccio di sostanze stupefacenti affiancandole con molecole non tabellate, contribuisce allo sviluppo di patologie psicotiche atipiche di crescente interesse clinico ed epidemiologico. Sono condizioni che richiedono conoscenze aggiornate e competenze tecnico operative integrate tra linee professionali appartenenti a diversi servizi.

Le manifestazioni psichiche e comportamentali acute e la disabilità residua connesse al fenomeno pongono ai servizi una sfida sia sul piano clinico, per l’adeguamento delle procedure diagnostiche e trattamentali, sia sul piano organizzativo, per le inedite necessità di integrazione che vanno ben oltre i tradizionali protocolli sulle Doppie Diagnosi.

Il Convegno, promosso dall’UO Dipendenze Patologiche del Dipartimento di Salute mentale di Ferrara, in coerenza con gli obiettivi del Programma Dipendenze Patologiche della Regione Emilia-Romagna, è diretto ai professionisti dei Servizi Salute Mentale degli adulti e dell’adolescenza, degli SPDC, dei Dipartimenti di Emergenza- Urgenza e naturalmente dei Servizi per le Dipendenze Patologiche della Regione Emilia Romagna.

*****************************************************************************************************************************************************************************************

ICF DIPENDENZE: UN SET DI STRUMENTI PER PROGRAMMARE E VALUTARE LA RIABILITAZIONE

Formazione Dipartimentale: Prima giornata - 23 Novembre 2017 dalle ore 9,00 alle ore 13,00 corso Giovecca 203, Ferrara; Seconda giornata - 15 Dicembre 2017 dalle ore 9,00 alle ore 16,30 presso aula Magna SIFA, corso Giovecca 203, Ferrara

 Di fronte all’aumento delle situazioni di cronicità nell’uso di sostanze o di alcol ed al moltiplicarsi delle condizioni di dipendenza fin dall’adolescenza, cresce l’esigenza di adottare una prospettiva ermeneutica più ampia, che sia in grado di considerare non solo l’individuo nel suo ruolo di paziente ma la persona nella globalità della propria condizione di vita e di salute.

Oggi più che in passato si riconosce come la condizione di dipendenza abbia ripercussioni sulla vita quotidiana, oltre che sulla psiche e le funzioni del corpo, ed entrambi questi diversi ordini di fattori contribuiscono a definire la gravità della patologia.

A partire da tale definizione si pone una questione metodologica che riguarda quali interventi siano necessari per assicurare al paziente le migliori prospettive di benessere e di salute secondo l’accezione ampia definita dall’OMS già nel 1948.

E’ su questa prospettiva che è stato prodotto il set di strumenti denominato ICF-Dipendenze, che si basa sulla Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute introdotta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità nel 2001. La Classificazione ICF si caratterizza per l’assunzione di un modello antropologico biopsicosociale che può essere agevolmente applicato agli stati di dipendenza patologica, la quale spesso si manifesta anche come una vera e propria disabilità psicosociale, come riconosciuto anche dall’American Psychiatric Association con l’ultima revisione del DSM.  ICF-Dipendenze consente di: - valutare il funzionamento complessivo della persona e ricavare, attraverso confronto diretto col paziente, le informazioni più precise per identificare quali sono i suoi bisogni psicosociali prioritari in quel momento, secondo criteri attendibili; - fornire evidenze in ordine all’efficacia degli interventi riabilitativi.

Docente: Luciano Pasqualotto, Dottore di ricerca in Pedagogia, professore a contratto all'Università di Verona. Co-docenti: Educatori professionali Emanuele Perrelli ed Alessio Cazzin

Responsabile Scientifico: dott.ssa Paola Carozza

Responsabile Organizzativo: dott.ssa Cristina Sorio

*****************************************************************************************************************************************************************************

Stili di vita salutari, Dipendenze Quotidiane - Mostra fotografica a Copparo dal 16 al 31 maggio 2017

In occasione della Giornata Mondiale di Lotta al Tabagismo è stata allestita la mostra fotografica “Stili di vita salutari, dipendenze quotidiane”, nell’atrio principale della Casa della Salute “Terre e Fiumi” di Copparo in via San Giuseppe.
Sarà possibile visitare l’esposizione fotografica dal 16 al 31 maggio 2017 dalle 8.00 alle 19.00.
Le foto sono tratte dalla raccolta fotografica “Dipendenze Quotidiane” risultato di due concorsi promossi dal Punto D’ascolto sulle dipendenze – Grattacielo 183, in sinergia con il Servizio per le Dipendenze Patologiche dell’AUSL di Ferrara e con la collaborazione del Centro Servizi per il Volontariato di Ferrara CSV-Agire Sociale. L’allestimento della mostra sarà curato degli operatori dell’Unità di strada convenzionati con l’U.0 Ser.T. Sarà, inoltre, presente un banchetto per i cittadini con materiali informativi sul Centro Antifumo di Copparo, in cui operano in modo integrato Ser.T. e Pneumologia nella Casa della Salute dal 2001.

**************************************************************************************************************************************************************************

Dipendenze quotidiane: una mostra fotografica alla Casa della Salute di Portomaggiore – Ostellato  dal 19 aprile al 17 maggio 2017

Affrontare i gesti comuni che però possono diventare dipendenza. Il cibo, gli affetti, l’uso della tecnologia, lo sport, sono questi alcuni dei temi che sono presentati con la raccolta di fotografie che i cittadini possono guardare in piena libertà entrando nella Casa della Salute di Portomaggiore – Ostellato. La mostra itinerante “Dipendenze Quotidiane” è approdata a Portomaggiore e rimarrà esposta fino a mercoledì 17 maggio e sarà possibile visitare l'esposizione fotografica dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 19.00. Con questa mostra si vuole dare la possibilità a tutta la cittadinanza di riflettere su un tema complesso, come possono essere le dipendenze di vario tipo, e la Casa della Salute in questo caso è sicuramente il luogo giusto per sensibilizzare e stimolare la popolazione su temi molto difficili da affrontare e da capire. E’ inoltre una ulteriore possibilità per la Casa della Salute di essere vista da un’altra prospettiva e cioè non solo come luogo di cura, ma anche come luogo di scambio culturale e di conoscenze. Una mostra che pone l’attenzione su alcuni comportamenti quotidiani che possono diventare un rischio di dipendenza. La mostra fotografica infatti, non affronta solo le dipendenze da alcool, gioco fumo, ormai conosciute da tutti, ma presenta tante altre condizioni che tutti noi viviamo: lo sport, la tecnologia, il cibo, l’affettività, la solitudine ecc. tutte condizioni che possono debordare e trasformarsi in dipendenze. La mostra, realizzata per sensibilizzare la cittadinanza è il risultato di una forte collaborazione e sinergia tra pubblico e associazionismo - Casa della Salute, Servizi per le Dipendenze Patologiche, Consultorio Giovani, Punto D'Ascolto-Grattacielo183

**************************************************************************************************************************************************************************

Giovedì 17 dicembre 2015, dalle 14.00 alle 18.00 nella sede di Palazzo Bonacossi a Ferrara, via Cisterna del Follo 5, si svolgerà una Giornata di studio dal titolo “Giovani Profili. Stili di vita e comportamenti a rischio in adolescenza.

A partire dalla presentazione di uno studio condotto dall'Osservatorio Dipendenze Patologiche, nelle scuole secondarie di secondo grado di Ferrara e provincia, verranno affrontati i temi legati al consumo di sostanze psicoattive, alla identificazione precoce degli stati mentali a rischio, ai disturbi del comportamento alimentare e alla promozione della salute sessuale negli adolescenti e nei giovani. Verranno inoltre affrontate le dimensioni della complessità nella presa in carico e del recovery nell’integrazione socio-sanitaria.

Interverrà il dr. Fabio Vanni Psicologo direttore del servizio adolescenti dell’Azienda Usl di Parma e autore di libri “Giovani in pronto soccorso” e "La consultazione psicologica con l’adolescente”.

Il seminario si propone di tracciare il profilo sociale e di salute dei giovani mettendo a confronto le esperienze dei professionisti al fine di offrire un contributo al primo Piano Adolescenza della provincia di Ferrara.

L’evento formativo è accreditato ECM e ECS. Verrà rilasciato a tutti i partecipanti un attestato di frequenza.

***************************************************************************************************************************************************************

Pisa, 11-12 giugno 2015 - Presentato al IV Congresso Nazionale SISS sulla costruzione della salute nel welfare socio-sanitario, il Progetto di modernizzazione "Verso una Comunità di pratica virtuale tra agenti di cura”, che sperimenta un nuovo modello di comunicazione, che prevede l’implementazione di una piattaforma  in grado di promuovere uno scambio informativo bidirezionale tra il sistema informativo dei SERT e  delle Comunità Terapeutiche Accreditate, in linea con i Requisiti previsti dal Progetto regionale Rex.

**************************************************************************************************************************************************************

23 settembre 2014 - E' stato pubblicato lo studio GIOVANI PROFILI. Stili di vita e comportamenti a rischio in adolescenza, condotto su un campione rappresentativo degli studenti delle scuole secondarie di secondo grado di Ferrara e provincia. Lo studio descrive i percorsi che i giovani intraprendono nella costruzione dell'identità personale e sociale, mettendo in luce la prospettiva dell'autoefficacia emotiva e interpersonale. L'indagine affronta i temi delle condotte di consumo di sostanze psicoattive, delle situazioni di bullismo e dei comportamento rischiosi in una logica multifattoriale e interdisciplinare. Il profilo che ne scaturisce offre spunti che possono essere utili a tutti coloro che stanno attivamente partecipando all'attuazione del Progetto Adolescenza. 

**************************************************************************************************************************************************************

30 settembre 2013 - Pubblicato il Rapporto 2011-2012 dell'Osservatorio Epidemiologico Dipendenze Patologiche dedicato alla valutazione dell'appropriatezza degli inserimenti nelle strutture terapeutiche residenziali accreditate. Nel rapporto sono descritte le strutture residenziali presenti sul territorio della provincia di Ferrara mettendo in luce le peculiarità dei percorsi  e il profilo dei pazienti. In parallelo vengono presentati i risultati di uno studio di coorte sui fattori predittivi di esito del trattamento residenziale in pazienti con disturbo da dipendenza da sostanze psicoattive. Infine sono state raccolte le narrazioni dei pazienti che avevano concluso il percorso terapeutico, soffermandosi sull’autopercezione del miglioramento della qualità della vita. L’esperienza di valutazione condivisa con i professionisti dei SerT e degli Enti accreditati del territorio di Ferrara vuole essere un contributo ai processi di miglioramento della qualità dell’offerta terapeutica.

**************************************************************************************************************************************************************

Ferrara 13 settembre 2013 - WIII Workshop Italiano sull'Audit Clinico,  Aula Magna Polo Didattico di Cona. Presentazione dei risultati dell'Audit clinico come strumento di integrazione fra servizi dipendenze patologiche e servizi psichiatrici.

**************************************************************************************************************************************************************

Ferrara 7 febbraio 2013 - presso la Sala Estense sono stati presentati i primi risultati della ricerca sugli stili di vita e i comportamenti a rischio condotta sugli adolescenti delle scuole secondarie di secondo grado di Ferrara e provincia

**************************************************************************************************************************************************************

Giovedì 9 giugno 2011, presso la Biblioteca Comunale Giorgio Bassani di Ferrara, è stato presentato il Rapporto 2010 dell’Osservatorio Dipendenze Patologiche dell’Azienda Usl di Ferrara che quest'anno si è focalizzato sul tema dei Giovani Consumatori e le Nuove Dipendenze.

La presentazione pubblica del rapporto dell'Osservatorio è stato un momento importante dedicato agli operatori dei SerT e del Privato Sociale che si vuole condividere con tutti i cittadini e i professionisti dei servizi dell’Azienda Usl e del settore socio-sanitario dei Comuni.

Il Rapporto 2010 fa il punto sui comportamenti di consumo di sostanze psicoattive tra i giovani e i nuovi paradigmi delle dipendenze, proponendo una riflessione sull'evoluzione delle strategie di risposta dei servizi.

Azioni sul documento
Strumenti personali